GSF: UNA BOMBA CONTRO IL MOVIMENTO SCONFIGGIAMO LA PAURA, VENIAMO TUTTI A GENOVA

“La bomba esplosa questa mattina a Genova � una bomba contro il movimento - commenta il Genoa Social Forum - . Non � casuale che questo attentato avvenga nel giorno di apertura delle mobilitazioni del Genoa Social Forum. Proprio oggi inizia il Public Forum con 200 ospiti, di cui oltre 50 relatori provenienti dal Sud del mondo. L’attentato cerca di chuiudere la bocca alle nostre ragioni. Non vorremmo che qualcuno volesse riproporre una strategia della tensione, che in Italia � sempre stata contro i movimenti. E' compito di tutti abbassare la tensione. Per questa ragione rinnoviamo l’appello al Governo a ripensare a tutte quelle iniziative (blocco delle frontiere, chiusura delle stazioni, barriere di 5 metri di altezza a chisura del centro cittadino), che sono inutili per il controllo dell’ordine pubblico e servono solo a creare un clima di esasperazione. Nessuno pensi di utilizzare questa bomba per restringere ulteriormente gli spazi di agibilit� democratica. Il GSF condanna l’attentato di questa mattina e esprime solidariet� nei confronti della vittima e rinnova l’appello alle manifestazioni pacifiche e di massa del 19, 20, 21 luglio. L’unica risposta valida a questi tentativi, come nel passato, � la partecipazione democratica. Sconfiggiamo la paura, veniamo tutti a Genova”.

Ufficio stampa - 0103627132