Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

CD GE2001 - un'idea di Supporto Legale per raccogliere fondi sufficienti a finanziare la Segreteria Legale del Genoa Legal Forum


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
la cooparazione italia israele passa dall'università di Pisa
by spazio antagonista Newroz Wednesday, Nov. 29, 2006 at 6:39 PM mail:

Comunicato stampa sulle vergognose iniziative dell'università di Pisa


COMUNICATO STAMPA CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE INTEGRALE


Nei giorni scorsi si sono tenute a Pisa due giornate di studio-dibattito aventi come tema "La cooperazione universitaria italo-israeliana" e "I dilemmi d'Israele come paradigma per l'Europa" organizzati dall'Università di Pisa, dal Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici (CISE) e dal Dipartimento di Storia .
Nella due giorni si sono alternate relazioni sulla diaspora ebraica con altre sui "Progetti di ricerca e collaborazioni tra Istituti ed Aziende Israeliane ed il Centro Ricerche FIAT", al progetto “sui sopravvissuti della Shoà" ha fatto il paio la relazione su "La cooperazione tra l'Istituto Mario Negri di Milano e l'Istituto Weizmann di Rehovot".
Vorremmo ricordare quanto scritto ed evidenziato da Manlio Dinucci :ne ” Il Manifesto" del 23 Novembre "…Il governo israeliano ha dunque deciso di dare il massimo impulso alle ricerche di nanotecnologia per applicazioni militari. Proprio in questo campo l'Italia può dargli un notevole contributo, nell'ambito dell’accordo di cooperazione militare stipulato dal governo Berlusconi con quello israeliano nel 2003 e trasformato in legge nel 2005 (n. 94, 17 maggio). In base all'accordo, i due governi si impegnano a «incoraggiare le rispettive industrie nella ricerca di progetti e materiali d'interesse per entrambe le parti». Per di più, sono stati varati dall'allora ministro Moratti 31 progetti di ricerca congiunta tra controparti italiane - Cnr e alcune Università - e controparti israeliane: soprattutto gli istituti Weizmann e Technion, che compiono ricerche sulle armi nucleari e quelle di nuovo tipo…"
In una società perennemente in guerra come quella di Israele, nessuna ricerca tecnologica potrà mai essere neutra. Ignorarlo significa avallare la logica del più forte, di chi, come lo stato israeliano occupa da anni il territorio palestinese, compiendo omicidi di massa e distruggendo case e colture.
Nel seminario tenuto il 27 novembre alla facoltà di storia tenuto dal professore Dalla Pergola (demografo dell’università di Gerusalemme) tutto ciò è stato taciuto.
Il professore non è una istituzione neutra rispetto alla storia di Israele, visto che è stato consigliere delle politiche demografiche di Sharon e fautore della nascita del partito Kadima.
Nel seminario si sono privilegiati punti di vista quantomeno parziali se non antistoriche (il “rifiuto degli arabi” del piano di spartizione del 1947, il problema demografico della maggioranza oggettiva della popolazione palestinese, che“figlia di più, vecchio cavallo di battaglia del sionismo) senza possibilità di contraddittorio con un esponente palestinese.
Contro tutto ciò, auspichiamo la possibilità di tenere un seminario sulla Palestina nelle stesse aule e facciamo nel contempo appello ai professori e agli studenti che hanno il coraggio di denunciare la situazione in Palestina affinché scrivano un documento di condanna dell'accordo militare Italia Israele, la richiesta all'Unione Europea di fine del vergognoso embargo contro le vittime palestinesi, la censura contro le politiche criminali del governo e dell'esercito israeliano.


ASSOCIAZIONE COMUNISTA “IL PIANETA FUTURO”
COLLETTIVO AULA R DI SCIENZE POLITICHE- PISA
COBAS CONFEDERAZIONE- PISA
RETE DEI COMUNISTI- PISA
SPAZIO ANTAGONISTA NEWROZ
SPAZIO SOCIOABITATIVO OCCUPATO “SCIASCIA’ ”
UNIVERSITA’ ANTAGONISTA

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Ci sono N_UMVISIBLE commenti visibili (su 1) a questo articolo
Lista degli ultimi 10 commenti, pubblicati in modo anonimo da chi partecipa al newswire di Indymedia italia.
Cliccando su uno di essi si accede alla pagina che li contiene tutti.
Titolo Autore Data
anche a firenze sandokan Thursday, Nov. 30, 2006 at 12:24 AM
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9