Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
l'acqua è poca e a papera non galleggia!!!
by Comitato in difesa dell'acqua ,csaDepistaggio Saturday, Nov. 25, 2006 at 9:29 PM mail: info@csadeistaggio.org

Comitato in difesa dell'acqua BENEVENTO- csa Depistaggio

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA

Lunedì 20 Novembre si è svolta ad Avellino la conferenza dei Comuni della Provincia di Avellino e di Benevento aderenti all’Ato1, ambito territoriale ottimale entro il quale vengono gestiti i servizi idrici locali, istituito dalla Legge Galli. Il terzo punto all’ordine del giorno prevedeva la discussione relativa all’affidamento del servizio idrico integrato ad una società mista con 40% di capitale privato: la Società Alto Calore Servizi S.p.A. ma grazie all’irruzione di un gruppo di attivisti del comitato in difesa dell’acqua di Avellino e Benevento la discussione è stata sospesa e rinviata di 20 giorni. Sebbene il Presidente dell’Ato Pasquale Giuditta continui a ribadire la sua contrarietà alla privatizzazione dell’acqua ergendosi a paladino e difensore della gestione pubblica delle acque non sa o forse fa finta di non sapere che l’operazione deliberata gia da 91 comuni della provincia di Benevento e di Avellino, di affidamento del servizio idrico integrato alla Società Alto Calore Servizi S.p.A. non è altro che una forma subdola di privatizzazione che si cerca di far passare tenendo all’oscuro di tutto i cittadini e la società civile. Nessuno sa che gia 91 comuni hanno deliberato l’affidamento del servizio idrico senza procedere ad una previa discussione, senza consultare i cittadini su una questione così importante come la gestione privata di un bene comune, fonte primaria di vita.
Anche a Benevento la Gesesa e il Comune hanno cominciato a discutere l’entrata nella società mista che dovrebbe ricevere l’affidamento del servizio idrico integrato;
anche nella città equa e solidale di Fausto Pepe si permette che la gestione dell’acqua sia privata così come ormai avviene da 27 anni (nel 1981 l’acqua è stata privatizzata a Benevento).
Pensiamo sia necessario mettere in discussione le scellerate scelte prese nel 1981 e quindi anche le scelte che l’amministrazione Pepe vuole effettuare rispetto alla gestione delle acque.
Pensiamo sia necessario bloccare il tentativo di privatizzazione dell’acqua attraverso la mobilitazione dal basso, dei movimenti , dei sindacati, della società civile delle forze democratiche così come è stato fatto a Napoli e Caserta lo sorso anno.
Pensiamo che proprio dal basso, dalle voci e dall’opinione della città di sotto che può nascere una proposta di legge regionale che sancisca una volta per tutte la gestione pubblica delle nostre acque attraverso la costituzione di consorzi interamente pubblici e non spa, a cui venga affidata la gestione del servizio idrico così come è stato già fatto in Molise.
Chiediamo che la discussione relativa all’affidamento del servizio idrico venga sospesa e che si proceda alla convocazione in tutti e 191 comuni dell’Ato 1 di consigli comunali aperti in ci sarà possibile confrontarsi e discutere questa scelta scellerata con i cittadini.
Intanto invitiamo tutti i cittadini interessati a mobilitarsi contro la privatizzazione dell’acqua a partecipare alle assemblee del Comitato in difesa dell’acqua che si tiene ogni Mercoledì alle 19:00 presso il Csa Depistaggio.



COMITATO IN DIFESA DELL’ACQUA - BENEVENTO

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9