Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

GeVsG8: Genova a fumetti contro il G8


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
E'...uroparadiso!!!
by agazzio Saturday, Jul. 01, 2006 at 7:12 PM mail:

Europaradiso prima o poi si fara'...

http://www.regione.calabria.it/?module=ufficiostampa&action=comunicato&id=1128

E'...uropa-radiso #allarme#

 

 

Europaradiso, Loiero chiede il rispetto delle norme ambientali. Incontro con i curatori del progetto

29/06 La Giunta regionale ha incontrato il Presidente della Provincia ed il sindaco di Crotone, Giuseppe Vallone e Sergio Iritale, ed i rappresentanti della società che ha presentato il progetto per la costruzione del villaggio "Europaradiso", guidati dall'Israeliano Davide Aplle. I lavori, riferisce una nota dell' ufficio stampa della Giunta, sono stati introdotti e presieduti dal presidente della Regione, Agazio Loiero. "Si tratta di un progetto importante perché crea occupazione e sviluppo, ma non c' è dubbio - ha detto Loiero - che il tutto deve essere conciliabile con il rispetto delle normative ambientali. Abbiamo già discusso di questo anche in una riunione di Giunta e si è detto che se tutto è compatibile con i problemi del territorio. La Regione non può non essere d' accordo sull' iniziativa. Non possiamo, a cuor leggero, in sostanza, liquidare, senza un adeguato approfondimento, una questione di così grande rilevanza che incide in maniera così forte sui livelli occupazionali". Sulla base di questa introduzione si è sviluppato un ampio dibattito. Il progetto è stato illustrato dallo stesso Davide Aplle e dai suoi collaboratori. Aplle si è soffermato sull' opportunità di recepire il progetto, da parte della Regione. Secondo la società capofila di Aplle, di cui fanno parte anche altre società svizzere ed inglesi, il turismo in questi anni è molto cambiato poiché ora, in tutti i Paesi, si guarda con maggiore attenzione alla promozione di un turismo del tempo libero di cui, secondo Aplle, la Calabria sarebbe carente. L' imprenditore israeliano ha ribadito che, quando il villaggio verrà realizzato, ne trarrà beneficio non solo Crotone, ma l'intera Calabria. Oggi, però, hanno sostenuto gli imprenditori, non è possibile avviare nemmeno i lavori sui primi 150 ettari perché è intervenuta una limitazione, da parte della Giunta regionale, con la delibera che approva le "zps", ossia le zone a protezione speciale, in cui ricade l'intera area individuata per la realizzazione dell' europaradiso. L'opera, una volta ultimata prevede 70 mila posti letto e costruzioni a tre piani che "non supereranno - è stato detto - l'altezza degli alberi esistenti". Secondo il consigliere regionale Pasquale Senatore, di An, che fino all'anno passato è stato sindaco di Crotone, "non si può rinunciare ad un intervento turistico di così vasta portata. Dobbiamo saper cogliere - ha detto - le oppor-tunità che si presentano". L' assessore all' Ambiente, Diego Tommasi, si è detto d'accordo con il Ministro all'Ambiente Pecoraro Scanio sulla necessità di "trovare degli equilibri giusti - ha detto - affinché Europaradiso si possa inserire in una politica sociale e di sviluppo che anche questa giunta vuole portare avanti". Il presidente Iritale si è detto favorevole all'iniziativa, "ma per produrre una atto formale - ha detto - é giusto che anche i nostri uffici abbiano tutte le carte necessarie". Il sindaco Vallone si è detto disponibile all' approfondimento del problema attraverso un tavolo tecnico composto da tutte le componenti chiamate a decidere. Secondo il vicepresidente della Regione, ed assessore all' Economia, Nicola Adamo, "la riunione ha rappresentato un approccio significativo alla presentazione del progetto. Entrando nel merito - ha aggiunto Adamo - non vi è alcun atto ufficiale da cui i promotori del progetto possono concludere che vi sia un diniego da parte della Regione. Non siamo un muro respingente. Siamo fortemente interessati - ha detto Adamo - ad un processo di crescita economica e sociale della nostra regione ma non possiamo decidere sull' onda di spinte emotive di alcun genere. Quindi, in questo momento, la mia attenzione va oltre che i problemi di carattere ambientali. Penso anche a quelli della sicurezza sociale, legati alla completa realizzazione dell'enorme opera". Della stessa opinione si è detto l'assessore all' Urbanistica, Michelangelo Tripodi, il quale ha detto che non si può assumere una posizione pregiudiziale, sia essa positiva o negativa. "Abbiamo delle leggi - ha aggiunto Tripodi - che regolano la materia e che devono essere rispettate. Ci sono procedure che vanno seguite e percorsi che vanno fatti per assicurare la piena legalità. Nessuno esclude che entro questo quadro di regole non si possa inserire tale iniziativa. Non penso che i problemi siano solo quelli delle 'zps', ma investono anche altre tematiche come quelle dell'identità del territorio". L' assessore alla Cultura, Sandro Principe, ha invitato tutti ad una valutazione globale dell' opera per l' incidenza che essa potrebbe avere sulla comunità ed il territorio della città di Crotone per via della sua grandezza. Il capogruppo della Margherita in Consiglio regionale, Vincenzo Sculco, ha espresso compiacimento per l'iniziativa assunta dal presidente Loiero di convocare, assieme alla Giunta, le istituzioni e gli imprenditori interessati alla realizzazione dell'opera. "Occorre rivedere la delibera della giunta sulle "zps" - ha detto Sculco - poiché, se non fosse intervenuta questa delimitazione, la prima parte da costruire limitatamente ai 150 ettari sarebbe stata di competenza del Comune". L' assessore al Turismo, Beniamino Donnici, si è detto soddisfatto perché "per la prima volta tutti gli attori si sono seduti attorno ad un tavolo. Sono certo che questa Calabria - ha aggiunto Donnici - può costruire offerta turistica differenziata a seconda della domanda". "Abbiamo l'obbligo - ha detto, da parte sua, il consigliere regionale Francesco Sulla, dei Ds - di esaminare il problema nella sua interezza. Sono anch'io convinto che la delibera sulle zps vada rivista in tempi rapidi. Non c'é dubbio, però, che assieme alla realizzazione del villaggio, va chiesto un intervento serio dal punto di vista anche infrastrutturale del territorio, a partire da una maggiore efficienza dell'aeroporto". Il presidente Loiero, nel concludere la riunione, ha annunciato che sarà riproposto il provvedimento relativo all'individuazione delle "zps" che passerà, poi, in Consiglio regionale. Loiero ha anche proposto la costituzione di un "Comitato di garanti" che avrà il compito di approfondire la problematica relativa alla realizzazione dell' Europaradiso. Del comitato faranno parte il presidente ed il vicepresidente della Regione o, comunque, un loro delegato; il presidente della Provincia ed il sindaco di Crotone ed i rappresentanti dell' impresa costruttrice.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9