Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

Sostieni,aderisci,partecipa al progetto Isole nella Rete


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Vedi tutti gli articoli senza commenti
la fiamma si spegne
by DIRE Saturday, Apr. 01, 2006 at 3:59 PM mail:

la fiamma rinuncia al corteo del 3 aprile

(ER) ELEZIONI/BOLOGNA. FIAMMA: LUNEDI' NON SAREMO IN NESSUNA
PIAZZA (DIRE)
Bologna, 01 apr - La Fiamma Tricolore rinuncia alla manifestazione elettorale annunciata per lunedì prossimo a Bologna. "Non saremo né in piazza San Francesco né in piazza della Pace- fa sapere il segretario nazionale Luca Romagnoli- perché il nostro partito non è un oggetto che si può spostare di qua o di là. Non siamo ostaggi delle decisioni del sindaco Cofferati- aggiunge- perciò lunedì non saremo a Bologna". La decisione è stata presa dopo il veto della Prefettura, per motivi di ordine pubblico, alla manifestazione nella centralissima piazza San Francesco, richiesta dalla Fiamma. E proprio ieri dall'Ufficio del Governo era arrivato l'ok al comizio in piazza della Pace.
Per il segretario regionale Willy Uberti, questo conferma che "Cofferati è ostaggio di Rifondazione comunista e dei gruppi estremisti e non ha in mano le redini della città".
(Roc/ Dire) 14:22 01-04-06 NNNN




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
2 vittorie
by linf Saturday, Apr. 01, 2006 at 4:10 PM mail:

niente corteo per la fiamma tricolore a bologna, il 3 aprile;
niente corteo nazionale per la lega a reggio, il 2 aprile.
l'antifascismo e l'antirazzismo hanno ricacciato indietro ancora chi cerca di seminare odio.
due vittorie, quindi.
NESSUNA AGIBILITA' POLITICA PER LE CAMICIE NERE E VERDI!!!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
beh
by 3 Saturday, Apr. 01, 2006 at 4:44 PM mail:

non si può che essere contenti che qui a bologna sta gente non sia passata... e non penso che sia perchè hanno ottenuto una piazza periferica, ma perchè avrebbero fatto una figura pessima in poche decine sovrastati da centinaia di compagni
qui sinceramente c'è da ringraziare più che cofferati chi è sceso in piazza lo scorso sabato nonostante si facesse del terrorismo psicologico con le minacce di agguati etc, dimostrando coraggio e intelligenza nel non cadere in provocazioni...ma questa non è una guerra vinta solo una piccola battaglia contro un razzismo e fascismo che strisciando si insinuano nel tessuto sociali.
tristissimi i fiammiferi che accusano la sinistra di essere ostaggio di estremisti proprio loro roba da intervento dello psichiatra sti residuati bellici
saluti

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
è confortante....
by rafgano Saturday, Apr. 01, 2006 at 5:28 PM mail:

E' confortante sapè' che sti ratti piagnucolanti de cloaca massima ritornano scornati nelle fogne cittadine,dopo la
infame libertà provvisoria concessa loro dar nano malefico.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Le balle sulla strage di Bologna
by Lorenzo Moore Saturday, Apr. 01, 2006 at 7:42 PM mail:

Dossier Mitrokhin. Le balle sulla strage di Bologna

| Venerdi 31 Marzo 2006 - 13:34 | Lorenzo Moore |

"Prendo atto che il senatore Andreotti considera i risultati raggiunti dalla Commissione d'inchiesta dopo quattro anni di verifiche e indagini talmente clamorosi e potenzialmente destabilizzanti da raccomandare il congelamento dell'epilogo". Così Paolo Guzzanti, presidente della commissione Mitrokhin, che, in un momento di evidente delirio, ha di recente aggiunto: "Il senatore a vita è preoccupato dalle conseguenze che la divulgazione delle conclusioni, potrebbero avere sulla politica italiana alla vigilia delle elezioni".
Nella relazione finale, fra i temi principali affrontati figura la nuva deviazione giudiziaria delle indagini sulla strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Indagini che dovrebbero di fatto ripartire da zero per le troppe omissioni riscontrate dalla Commissione e che sembrano maggiormente preoccupare Giulio Andreotti che infatti aveva invitato Guzzanti a rinviare ogni conclusione, sostenendo: "Mi domando se non si debba riflettere sull'opportunità di dare al prestigio della magistratura un colpo come questo".
Dalla lettura di migliaia di documenti relativi all'operato della procura di Bologna si evince - ma questo lo sappiamo bene e lo abbiamo mille volte denunciato - che gli atti della magistratura avrebbero dovuto determinare un indirizzo ben diverso dell'inchiesta giudiziaria che, invece, percorse soltanto la pista del neofascismo.
Per esempio la costruzione a tavolino di cellule impazzite del terrorismo, dal fantomatico “Ordine Nero” (e qui ci fu appunto lo zampino di Andreotti) alla pilotata polverizzaione delle cellule eversive brigatiste di Br e Prina Linea.
Il tutto nel quadro del contesto internazionale, dove era in corso una guerra sanguinosa tra israeliani e palestinesi su tutto lo scacchiere, principalmente europeo. Si ricordi bene che erano i tempi nei quali Aldo Moro - e i nostri servizi segreti a questi legati con il colonnello Giovannone a Beirut e il generale Miceli a Roma - era giunto ad imporre una linea esplicitamente filopalestinese al governo italiano (dichiarazione di Venezia). Siglando "accordi", ancora oggi sottoposti al segreto di Stato, fra il governo italiano dell'epoca e i palestinesi dell’Olp, che da una parte garantiva all'Italia che non ci sarebbero stati attentati terroristici da parte di mediorientali, dall'altra assicurava i palestinesi che avrebbero potuto godere nel nostro Paese di una certa libertà di spostamento. I tempi, quindi, della rappresaglia sionista in tutta Europa contro i portavoce palestinesi e i loro protettori (la negata ma reale “lista Golda Meir” sui nemici di Israele - intellettuali compresi - da assassinare). Non a caso i tempi di infiltrati sionisti in vari gruppi giovanili italiani, non a caso, quindi, i tempi delle stragi da addossare ai più “antisionisti” tra i gruppi giovanili.
(Quasi) tutto di quei tempi è stato ricostruito da due consulenti della commissione, il magistrato Lorenzo Matassa e il giornalista Giampaolo Pellizzaro, che in 180 pagine però hanno forzato i loro interessi mettendo la lente di ingrandimento non sulle cellule del Mossad ma sulla cosiddetta "rete Separat e il contesto dell'attentato del 2 agosto del 1980".
Ecco così che con un gioco di artificio, con un gioco delle tre carte, il vero contesto terroristico (quello della volontà israeliana di forzare l’Europa ad abbandonare la sua linea pro-palestinese) è stato trasformato, dai due registi-relatori della Commissione, in un’analisi su eventi minori che nulla entravano nel merito dello stragismo sul territorio nazionale italiano. Sintomatico il polverone-bluff composto al riguardo sul ruolo di Tomas Kram, il tedesco pretestuosamente collegato alla cellula pro-palestinese di Carlos. Un “ruolo” inesistente, ma che darebbe un senso alla Commissione Miutrokhin che, invece di svelare all’opinione pubblica italiana nomi, dati e fatti degli agenti sovietici o orientali in Italia e dei loro complici, magari puntando ai vari terroristi evidenti, come “Giangi” Feltrinelli, ora sembra intenzionata a fare molto fumo su inverosimili “piste palestinesi” per coadiuvare sotterraneamente il nuovo corso di politica internazionale della liberaldemocrazia di destra e di sinistra tutto suddito e paggio di Israele.
Da qui, però e con ogni probabilità, le preoccupazioni di Andreotti "sull'opportunità di dare al prestigio della magistratura un colpo come questo".
Quello che Andreoti teme, infatti, è che dando una qualche fede alla pretestuosa pista “Carlos” il sistema rischi di togliere il coperchio dalla pentola eversiva vera, quella filo-israeliana. E, en passant, venga dimostrato che un’altra struttura del Sid, quella del generale Maletti, appunto di fede andreottiana, abbia a quei tempi “lavorato” per creare a tavolino il “mostro” neofascista sia per offrire un tale salvacondotto al costruendo rapporto Dc-Pci (compromesso storico) e sia soprattutto in indiretto appoggio alle politiche eversive di Tel Aviv sul territorio italiano.
Ma questa vera verità è ben custodita, ancora. Sarà svelata, a dio piacendo, ai nostri eredi, alla fine della “secretazione” della storia degli anni di piombo che insanguinarono volutamente l’Italia.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vittorie?
by antifa Sunday, Apr. 02, 2006 at 2:45 PM mail:

Due vittorie per l'antifascismo? ma quali vittorie!
A neanche un giorno di distanza ci siamo gia' dimenticati che un centianio di fasci hanno fatto indisturbati un comizio,protetto dalla polizia, con personaggi del calibro di Fiore, in pieno centro di Bologna (p.zza Galvani)e per ben 3 ore prima di dividersi per la citta' a gruppetti da 10-20 persone.E certo non andavano in giro a sventolare bandierine. E tutto questo mentre gli antifascisti bolognesi facevano la scampagnata fuori citta', a 10 km dai fasci.
Ah, ma forse e' normale che lo si sia gia' dimenticato, e' normale fidarsi e pendere dalle labbra di rifondaroli vari, e' normale non degnarsi di fare un salto in pizza Galvani per vedere se le voci che giravano erano veritiere ed e' normale che chi aveva la certezza di quelle voci abbia taciuto per tenenere tutti ad un presidio (per cui arriveranno anche denunce) inutile e palesemente elettorale.
Complimenti a chi si scandalizza piu' per un taccuino andato in fumo e dei volti coperti che non per 100 fasci che scorrazzano e manifestano liberamente per la citta'.
Un po' di autocritica non farebbe male, anche e soprattutto in campagna elettorale.
Della giornata di ieri resta solo la vergogna.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
facile
by amarezza Tuesday, Apr. 04, 2006 at 5:54 PM mail:

chi sono quelli della fiamma a bologna??

in tutto, ecco il numero esatto dei militanti della fiamma di bologna: 3!!!!!!
si avete capito bene... 3
sono solo ed esclusivamente 3 persone,
una e' un vecchio di 70 e passi anni, che e' il federale della federazione di bologna (praticamente e' il federale di se stesso, visto che non esiste una vera federazione bolognese del fiamma),
poi c'e' il vice segretario provinciale, che e' il figlio stupido del federale!
e poi un terzo attivissimo militante, che e' un'altro vecchietto settantenne, che e' segretario provinciale (anche lui segretario di che???... mha??).
ecco! questa e' la pericolosissima federazione bolognese di bologna della fiamma!

sicuramente se non ci fossero state contestazioni, non avrebbero nemmeno fatto il comizio, se non una pagliacciata davanti al massimo a una ventina di neofascisti curiosi, (qualche cane sciolto dello stadio, o qualche fascista alcolizzato).
si sarebbero autosputtanati, un po' come hanno fatto alla loro pseudo conferenza all'hotel davanti aslla stazione!

con la contromanifestazione e tutto il putiferio che c'e' stato attorno, loro si sono fatti la campagna elettorale, finendo x una settimana su tutte le prime pagine dei quotidiani!

hanno rifiutato di anadare in piazza della pace, non perche' fosse una brutta piazza (non e' una brutta piazza x un comizio di estrema destra), ma semplicemente hanno sfruttato la scusa che era una piazza periferica x evitarsi un'altra figuraccia, quella di andare in piazza davanti a venti persone (20 x esagerare!).

e voi la chiamate vittoria???
mi sembra un po' comodo!

vittoria sarebbe stato (caso mai...) inpedire il comizio di forza nuova-alternativa sociale, movimento che a bologna (a differenza della fiamma) e' ben radicato sul territorio!
movimento che sul campo, nei confronti con gli antifascisti, ha sempre vinto le sue battaglie,
(per chi non si ricorda: via murri, piazza minghetti, via zamboni, via indipendenza, ecc...).
negli ultimi 5 anni ogni volta che forza nuova ha voluto scendere in piazza l'ha fatto! prima di cofferati e con cofferati!
da aggiungere che questa volta addirittura, hanno ottenuto non solo quello che volevano, cioe' il comizio in piazza, ma grazie alla mobilitazione antifascista, e alla negata piazza bracci (quella si che era una piazza di merda), hanno fatto (passando poi x vittime e difensori della liberta'!) un "CORTEO" in pieno centro a bologna, un presidio in una delle piu' importanti (politicamente) piazze di bologna, piazza galvani, con ben due comizi, slogan striscioni, bandiere, musica e tutto il loro repertorio! nella prima mezzora tra l'altro, il tutto e' avvenuto davanti a centinaio di passanti che si sono fermnati ad ascoltarli, fino all'arrivo della polizia, almeno 30 minuti dopo, che ha poi blindato la zona.

e a voi questa vi sembra una vittoria?

bho?? ... io proprio non capisco, ragionando cosi': griderete vittoria anche se berlusconi vincera' le elezioni??!!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma di che corteo parli?
by skrokkiafasci Tuesday, Apr. 04, 2006 at 6:04 PM mail:

senti alleato nazionale, non ti inventare le cose, non c'è stato nessun corteo, siete solo andati a farvi blindare e denunciare

falso e pietoso come tutti i fasci, eh?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
disinformazione
by allora??? Tuesday, Apr. 04, 2006 at 6:39 PM mail:

la piantiamo di fare disinformazione ed ammettere quel che e' successo???

C'e' stat la manifestazione non autorizzara di Ft senza incidenti e nessuna ha fatto niente per impedirla, erano qualche centinaio a Bologna non 3.

mah forse saran venuti da fuori ma basta con le palle

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
cazzo dite!
by verita' Wednesday, Apr. 05, 2006 at 11:58 AM mail:

x skrikkioifasci: il corteo c'e' stato! un corteo di una cinquantina di persone che e' partito dai viali all'altezza della staveco ed e' finito in piazza galvani con sventolio di bandiere e cori ecc.. ecc..
poi se ti vuoi nascondere dietro un dito x sentirti meglio ok allora va bene, te lo dico: "i fasci a bologna non esistono xche' li avete ammazzati tutti, non hanno fatto nessun corteo e nemmeno nessun comizio, in realta' erano cllerini travestiti da fasci.. e le foto sui giornali come la repubblica e l'unita' o il domani, erano solo dei fotomontaggi"... SEI CONTENTO ORA???!! RIUSCIRAI ANCORA A DORMIRE SERENO??!!

X ALLORA: non capisco se sei un coglione del fiamma tricolore, o se sei solo un coglione che non sa che differenza ci sia tra la fiamma tricolore e forza nuova,

ma in entrambi i casi... mi spieghi quale sarebbe questa manifestazione che hanno fatto quelli del fiamma?
dove e quando? perche' mi sa che l'hai vista solo tu!!!
o forse confondi bologna con milano??!!

cmq ribadisco!

"a bologna, di estrema destra c'e' solo forza nuova!!"



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9