Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Vedi tutti gli articoli senza commenti
ACCUSA DI EVERSIONE PER SAN PRECARIO -
by zzzzz Monday, Apr. 04, 2005 at 2:54 PM mail:

comunicato unitario

ACCUSA DI EVERSIONE PER SAN PRECARIO
29 INDAGATI A BOLOGNA

In preparazione della manifestazione nazionale contro la precarietà e per il reddito del 6 novembre, a Bologna diverse realtà hanno organizzato numerose iniziative sui temi del diritto alla casa, sull'accesso gratuito a cultura e saperi, al trasporto pubblico.

La sera del 27 ottobre si è svolto "Vola al Cinema con San Precario": un centinaio di precari, lavoratori, studenti si sono ritrovati davanti al Cinema Multisala Capitol contrattando l'ingresso gratuito o scontato.

Dopo aver chiarito con la proprietà il senso ed i contenuti dell'iniziativa si è arrivati all'accordo per la proiezione gratuita a scelta di uno dei film in programmazione.

Alla fine della proiezione i partecipanti all'iniziativa sono usciti dal Cinema senza alcun incidente o problema.

Dopo il 6 novembre, il Ministro Pisanu, relazionando alla camera dei deputati, aveva citato l'iniziativa di Bologna tra gli episodi definiti "allarmanti" del movimento contro la precarietà e per il reddito.

La Procura di Bologna, a firma del pubblico ministero sostituto procuratore Paolo Giovagnoli, sta notificando a 29 persone l'avviso della conclusione delle indagini preliminari.

Agli indagati viene contestato di aver preso parte all'iniziativa al Cinema Capitol usando violenza e minacce.

Con l'aggravante dell'eversione (art. 1 del decreto legge 625 del 1979 convertito in legge 15 del 1980), perché reati commessi, secondo la Procura di Bologna, con finalità di eversione e per affermare le idee politiche delle associazioni Anti.Fa, Disobbedienti, Rete Universitaria Studentesca, partecipanti al movimento "SAN PRECARIO", indicando Luigi Marinelli, dirigente sindacale della RdB/CUB, come capo e organizzatore dell'iniziativa.

Dopo l'avvio dei procedimenti giudiziari in tutta italia in merito alle azioni contro la precarietà, riteniamo gravissima la decisione della Procura di Bologna di definire come eversivo il movimento che ha prodotto centinaia di iniziative intorno alla figura di "San Precario".

Riteniamo che rivendicare il diritto al reddito, nelle sue varie articolazioni, e lottare contro la precarietà, sia la giusta risposta del precariato al crescente attacco alle condizioni di vita e di lavoro di milioni di persone.

Dalle occupazioni di case, dalle lotte dei lavoratori dei call center, dagli scioperi dei soci delle cooperative sociali, dalle mobilitazioni degli studenti viene una istanza sociale che non può essere fermata da iniziative repressive di questo genere e che avrà nella prossima EuroMayDay di Milano, l'appuntamento di maggiore visibilità delle reti e realtà italiane ed europee in lotta contro la precarietà.

CRASH - CUB BOLOGNA - RETE REDDITO BOLOGNA - RETE UNIVERSITARIA - TPO

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
E' storia di sempre
by da un lato la gente, dall'altro i giudici Monday, Apr. 04, 2005 at 3:06 PM mail:

Che qualsiasi iniziativa di natura sociale all'interno della lotta di classe sia ritenuta eversiva è storia di sempre. In tanti si sono esaltati, omaggiando i giudici, ai tempi di "mani pulite", dimenticando che la vera natura giudicante, in questioni legate all'eterna lotta tra minoranze detentrici del potere decisionale sulle maggioranze lavoratrici e queste ultime, precarie o meno, è reazionaria. I giudici dimenticano (o fanno finta di dimenticare) che i loro stipendi sono costruiti dalle ritenute operate sugli stipendi- quindi che i loro veri "padroni" sono i lavoratori - e perseguitano odiosamente la "gente comune" quando manifesta la proppria determinazione ad alzare la testa.
Quando ai servi del potere brucia il culo, ogni scusa è buona per criminalizzare e c'è sempre un giudice, da qualche parte, pronto a mettersi a disposizione per incriminare. Altro che democrazia!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
SOLIDARIETA' NELLE LOTTE
by CIRCOLO ANARCHICO CAMILLO BERNERI Monday, Apr. 04, 2005 at 7:00 PM mail:

Da Contropotere:

SOLIDARIETA' NELLE LOTTE
April 4 2005 at 9:33 AM
No score for this post CIRCOLO ANARCHICO CAMILLO BERNERI (no login)

--------------------------------------------------------------------------------

Solidarietà nelle lotte

Solidarietà a tutte le compagne ed i compagni indagati dal sostituto procuratore Paolo Giovagnoli che ha istruito la pratica contro un’associazione sovversiva denominata “San Precario”.
29 sono state le comunicazioni di “fine indagini” circa una autoriduzione che si svolse al cinema Capitol di Bologna il 27 ottobre del 2004. Anche compagni del circolo anarchico “Camillo Berneri” sono fra i denunciati.
Nell’autunno scorso, il movimento di lotta contro il carovita, diede vita ad altre iniziative.
L’aberrazione politica e giuridica è quella della configurazione di associazione tendente all’eversione dell’ordine democratico (art. 1 ddl 625/79, legge 15/80). Come altre volte le famigerate leggi Reale-Kossiga vengono utilizzate per minacciare di incarceramenti fino a 12 anni per coloro che lottano per la libertà e la giustizia sociale.
In questi mesi, come nel caso di Bologna, la magistratura si riferisce esplicitamente al teorema Pisanu: sovversivi che si insinuano nel disagio sociale per estremizzare i movimenti di lotta. Giovagnoli non ha mancato di criminalizzare il sindacalismo di base (in particolare le Rappresentanze di Base) chiedendo alla Digos di confezionare un rapporto (nel gennaio del 2005) che permettesse di criminalizzare il movimento di lotta contro la precarizzazione.

Come nei mesi passati (denunce per antifascismo militante, per le manifestazioni contro la guerra, per le occupazioni delle case) la repressione tenta di normalizzare le emergenze sociali. Difficilmente quest’operazione riuscirà; non solo e non tanto per la caparbietà dei compagni e delle compagne ma proprio per la incomprimibilità dei bisogni di libertà, reddito e spazi.
Di fronte alla sempre più diffusa precarizzazione, al sempre più diffuso impoverimento, al sempre più esponenziale aumento del carovita, migliaia di proletari si stanno ribellando.
Ancora una volta la solidarietà si esprimerà nelle lotte e l’autodifesa si realizzerà (come hanno opportunamente dichiarato in una conferenza stampa gli inquisiti) continuando a lottare.


Circolo anarchico “Camillo Berneri”
Bologna

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9