Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
Rivoli (TO): via dei Disertori sostituisce c.so IV Novembre e via della Vittoria
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

A Rivoli in questo 4 novembre di guerra e di sfacciata esibizione militarista la toponomastica bellica è stata trasformata in ricordo ai Disertori di tutte le guerre.----- Le foto di alcune targhe stradali prima e dopo il passaggio degli antimilitaristi e il manifesto affisso in questi giorni in tutt’Italia.

Rivoli (TO): via dei...
disertori.jpg, image/jpeg, 397x366

Rivoli (TO) 4 novembre 2004
Questa notte la toponomastica di Rivoli è cambiata: tutte le targhe stradali di corso “IV novembre” e di via della “Vittoria” sono diventate “Via Disertori di tutte le guerre”. Il ricordo del massacro della prima guerra mondiale è stato sostituito con quello delle migliaia di uomini che hanno detto no, che si sono tolti la divisa, che hanno rifiutato di prendere parte alla carneficina. Molti di loro hanno pagato con la vita, falcidiati dal fuoco dei plotoni d’esecuzione. Per una notte sono stati sottratti all’oblio: questa mattina i lavoratori che affollano le fabbriche della zona hanno potuto disintossicarsi dall’orgia di retorica militarista con cui il governo e l’esercito hanno “festeggiato" i massacri della prima guerra mondiale. Parate militari, esibizione di muscoli e carri armati, uniformi lustre nel centro delle principali città per celebrare la “vittoria” in una guerra nella quale milioni di proletari affogarono nel fango e nel sangue delle trincee. In nome della patria, della bandiera, dei confini con i quali gli stati dividono la terra.
In questa giornata di lutto internazionale gli anarchici hanno voluto ancora una volta ribadire il loro rifiuto di tutte le guerre, di tutti gli stati, di tutti gli eserciti.
L’Italia è in guerra. Truppe italiane sono nei Balcani, in Afganistan, in Iraq. Uomini, donne e bambini muoiono ogni giorno a Falluja, Samara, in tutto il martoriato paese tra il Tigri e l’Eufrate.
Nel terzo anno della guerra permanente il nostro paese è in prima fila: la chiamano guerra al terrore ma il terrore che seminano è infinito, la chiamano guerra per la libertà ma non fanno che moltiplicare l’oppressione, la chiamano guerra giusta e ogni giorno cresce l’ingiustizia, la ferocia, lo sfruttamento bestiale…
Noi non ci stiamo.
Vogliamo essere con decisione e fermezza uomini e donne di parte.
La parte delle vittime. Sempre. A New York come a Belgrado, a Gerusalemme come a Kabul, a Baghdad come a Roma.
Opporsi alla guerra, a tutte le guerre, lottare contro gli eserciti, tutti gli eserciti, è giusto e necessario per fermare il terrorismo. Il terrorismo degli Stati, quello che ha massacrato civili innocenti nelle trincee d’Europa e quello, altrettanto feroce, che ha seminato la morte a Panama, in Somalia, Cecenia, Serbia, Kosovo, Afganistan Iraq…
La fine della politica di potenza, la sconfitta della logica del profitto, del militarismo e del fanatismo religioso sono l’unica via che apre le porte ad un mondo libero e giusto, un mondo senza Stati, né frontiere, né eserciti.
La vera pace è la libertà e la giustizia sociale. Per tutti. Ovunque.

In tutt’Italia gli antimilitaristi anarchici hanno affisso una locandina a lutto che riportiamo sotto:
IV NOVEMBRE: NESSUNA FESTA MA LUTTO INTERNAZIONALE
Guerra 1914-1918: milioni di proletari massacrati nelle trincee ad unico vantaggio del militarismo, delle industrie belliche e degli speculatori. Solamente in Italia: 600.000 morti e centinaia di migliaia di feriti gravi.
Guerra permanente 2001-2004: migliaia e migliaia di morti sotto le bombe, per fame e malattia tra i civili afgani e iracheni ad unico vantaggio dei potenti della terra. In Iraq, dal marzo 2003, le vittime sono tra le 20 e le 30.000, non si contano i feriti, i mutilati, gli avvelenati dall’uranio…
Fuori la guerra dalla storia
Fuori gli eserciti dall’Iraq, dall’Afganistan, dal mondo intero
Federazione Anarchica Italiana – FAI

Sabato 13 novembre tutti a Mestre contro la NATO. Corteo antimilitarista antiautoritario alle 14,30 dai piedini di via Piave (di fronte alla stazione)

Torino venerdì 5 novembre alle 21,15 in corso Palermo 46 serata antimilitarista: “NATO, un'alleanza di morte”
Interventi di Stefano Capello collaboratore di Umanità Nova su "Crisi dell'egemonia USA e ruolo della NATO" e di Stefano Raspa del Comitato contro Aviano 2000 "Le basi USA/NATO e il sistema militare italiano". Segue dibattito.
Si raccolgono adesioni alla partenza collettiva in treno per la manifestazione anti NATO di Mestre

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
IV novembre: lutto internazionale
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

IV novembre: lutto i...
lutto.jpg, image/jpeg, 510x392

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
Corso IV Novembre: prima della cura...
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

Corso IV Novembre: p...
disertori1_ante.jpg, image/jpeg, 227x347

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
...e dopo il passaggio degli antimilitaristi
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

...e dopo il passagg...
disertori1.jpg, image/jpeg, 397x298

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
prima....
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

prima.......
disertori3_ante.jpg, image/jpeg, 283x338

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
...dopo
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

...dopo...
disertori3.jpg, image/jpeg, 283x278

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
via della Vittoria prima....
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

via della Vittoria p...
disertori4_ante.jpg, image/jpeg, 340x333

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
....e dopo
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

....e dopo...
disertori4.jpg, image/jpeg, 369x325

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
via Disertori di tutte le guerre1
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

via Disertori di tut...
disertori5.jpg, image/jpeg, 340x314

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
via Disertori di tutte le guerre2
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

via Disertori di tut...
disertori6.jpg, image/jpeg, 397x230

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
via Disertori di tutte le guerre3
by FAI Torino Friday, Nov. 05, 2004 at 4:49 AM mail: fat@inrete.it 

via Disertori di tut...
disertori7.jpg, image/jpeg, 227x315

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
Ci sono 3 commenti visibili (su 3) a questo articolo
Lista degli ultimi 10 commenti, pubblicati in modo anonimo da chi partecipa al newswire di Indymedia italia.
Cliccando su uno di essi si accede alla pagina che li contiene tutti.
Titolo Autore Data
4 novembre, un giorno di sangue come tanti Andrè Canapeis Saturday, Nov. 06, 2004 at 12:53 AM
sicuramente non tu iodio Friday, Nov. 05, 2004 at 9:37 AM
cambierete il mondo toni Friday, Nov. 05, 2004 at 9:24 AM
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9