Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

CD GE2001 - un'idea di Supporto Legale per raccogliere fondi sufficienti a finanziare la Segreteria Legale del Genoa Legal Forum


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Il meeting Toscano è stato annullato in vista del meeting di italy.indymedia che si terrà a Torino il 17, 18 e 19 novembre prossimo

Sabato 18 novembre 2006

@ Rebeldía - Pisa
MEETING di INDYMEDIA TOSCANA
h. 11.00: riunione Indymedia Toscana
h. 16.00: Workshop Indymedia - cos'è, com'è nata, come funziona, come puoi contribuire
info/contatti: Imc Toscana mailing list

PARA' PARA' PARA', SAI CHE NOVITA'... 10/25/2006
ALT

Tutto in una notte...

Hanno passato la notte a scaricare materiale bellico e logistico e la mattina del 21 ottobre la Terrazza Mascagni a Livorno aveva assunto l'aspetto di un campo militare pronto per un attacco. Mitra, mezzi pesanti, tende e tutta la cianfrusaglia militare, pronta ad accogliere parà arrivati da mezza Italia per commemorare la battaglia di El-Alamein. Gruppi di nostalgici del fascismo riuniti per ricordare le "eroiche" imprese sotto il comando di Mussolini ed Hitler. I bambini, che di solito frequentano la Terrazza, hanno potuto provare l'ebbrezza di montare su un carro armato e di farsi fotografare dietro una mitragliatrice dai genitori.
Le autorità cittadine, Sindaco in testa, e i politici locali hanno appoggiato senza scomporsi questa esaltazione del militarismo, del fascismo e della guerra così come in passato le manifestazioni antifasciste e quelle per la pace - quando si dice la coerenza! - offendendo, ancora una volta, il carattere antifascista della città labronica e tutti i suoi caduti.
Intanto, giusto per far capire che vento tira per l'antifascismo, la sera precedente sono state notificate quattro denunce per la manifestazione dello scorso anno contro Borghezio.
PRIMA TI SFRUTTANO, POI TI CENSURANO 10/07/2006
ALT

La Provincia di Pisa blocca A/I

Aggiornamento (12/10/06): sembra che il blocco dei siti sia stato rimosso.

Da qualche giorno la rete interna della Provincia di Pisa, ovviamente con una giunta democratica e di sinistra, impedisce ai suoi utenti l'accesso al sito della rete "Stop precarietà". A chi prova a collegarsi compare un antipatico messaggio che recita: "... la pagina che hai cercato di accedere contiene, o è marcata come contenente, materiale che è stato ritenuto non appropriato."
Evidentemente qualche buontempone ha deciso che i diritti sindacali dei dipendenti dell'ente provinciale valgano poco o nulla, impedendo loro di accedere a un contenitore di informazioni riguardanti il mondo del lavoro.
Potete esprimere il vostro parere rispetto a questa forma di censura e di controllo particolarmente odiosa inviando un (cortese ma fermo) messaggio al Presidente della Giunta provinciale: a.pieroni@provincia.pisa.it
09/15/2006

Estate nera in Versilia

La manifestazione organizzata per sabato 16 settembre a Viareggio da alcune associazioni delle comunità Gay, Lesbica, Bisessuali e Transgender è una prima risposta a quanto è avvenuto negli ultimi mesi nella zona della Versilia.
Una serie di episodi di violenza che hanno preso di mira i "diversi": dal pestaggio del cuoco di un locale gay, allo stupro di una donna solo perché lesbica, alle intimidazioni contro gli immigrati.
Parallelamente si sono fatti vivi i soliti neofascisti: con scritte sui muri e con il tentativo di manifestare le loro idee xenofobe ed omofobiche. Tutti questi episodi, che avvengono in una regione tradizionalmente "rossa", si aggiungono all'elenco di quanto sta accadendo anche in altre città, come la recente aggressione contro due gay a Bologna e l'omicidio di Renato a Focene. Una lista che comprende quella delle aggressioni contro gli attivisti, una lista che occorre interrompere.
Sabato ci proveranno non solo a Viareggio ma anche dall'altra parte dello stivale, a Catania, sempre per gli stessi i motivi, sempre contro gli stessi figuri.
La firenze degli sgomberi 08/10/2006
ALT

Estate fiorentina

Il csa nEXt emerson e' durato due mesi: zitti zitti, quatti quatti giovedi’ 3 agosto carabinieri e polizia hanno provveduto allo sgombero dell’edificio. L’occupazione era avvenuta a giugno dopo lo sgombero del csa dallo stabile di via Niccolo’ da Tolentino, occupato da 13 anni. Lo stabile, costruito sette anni fa e mai utilizzato, e' un monumento alla speculazione edilizia, ai giochi di potere e agli scambi di favori. Mentre gli occupanti del Movimento di lotta per la casa continuano a reclamare un tetto e una vita dignitosa, dopo lo Sra La Macchia, un'altro spazio liberato viene chiuso. Nubi cariche di pioggia calano sull'estate fiorentina, ma gli occupanti del nEXt emerson preparano intanto il secondo episodio della serie Firenze Wars: dopo il “Comune Colpisce ancora“, vedra’ la luce il “Ritorno del nEXt Emerson”. Imperdibile.Presto nelle migliorie periferie.
AUTOGESTIONE VS. SPECULAZIONE: CI RISIAMO! 03/08/2006
ALT

Questo modello di città non lo vogliamo e non possiamo permettercelo

03/08/06 - Sgomberato, il nuovo Ex Emerson - Riassunto e aggiornamento sulla questione del CSA

08/06/06 - Rioccupato uno stabile, rinasce l'Ex Emerson

08/06/06 - Sgomberato il CSA Ex Emerson. Accorrete numerosi

08/06/06 - 18:00 - Appuntamento in Piazza Dalmazia
08/06/06 - 12:00 - L'Ex Emerson rioccupa a Peretola | note sul nuove posto occupato | foto nuova occupazione
08/06/06 - 11:00 - Iniziata la demolizione dell'Ex-Emerson sgomberato | foto sgombero

Case a prezzi allucinanti, aumento del traffico, diminuzione dei servizi pubblici anch'essi privatizzati, diminuzione del verde pubblico, dei luoghi di aggregazione sociale; una Firenze "a misura" di imprese e profitti, pagata a caro prezzo dalla collettività con il peggioramento costante delle proprie condizioni di vita e lavoro. Una "città insostenibile" in cui ambiente, diritti e bisogni sociali sono il "combustibile da bruciare" per spingere il motore di questo sviluppo.
Nella cornice delle Grandi Opere (Alta Velocità e inceneritori in testa) si muovono una miriade di Medie e Piccole Opere anch'esse generatrici di danni e guadagni direttamente proporzionali.
Lo sgombero del Centro Sociale Autogestito Ex-Emerson scaturisce dal decreto ministeriale relativo al “programma sperimentale 20000 case in affitto” che a Firenze coinvolge nove aree tra cui quella di via Tolentino dove si trova il C. S. A. Il termine per lo sgombero, fissato per il 13 novembre 2005, è poi slittato a causa di una proroga nazionale di sei mesi per l'inizio dei lavori. La proroga è stata accolta anche in Toscana dove i finanziamenti erano in realtà già pronti da novembre.
In questi mesi il C.S.A. Ex-Emerson non ha mai smesso di essere sotto sgombero, tanto più che le “indecenti proposte” avanzate dall'amministrazione comunale per una “soluzione indolore” sono state rifiutate per continuare ad affermare il diritto all'autogestione. Non solo il diritto a uno spazio ma il diritto a gestirlo dal basso senza deleghe e controlli istituzionali.
ALTRI 2 TIRI PER IL DIRITTO ALL'AUTOGESTIONE 05/20/2006
ALT

Venite a "tifare" per l'autogestione

Sabato 20 Maggio alle 18.30 si gioca la prima partita della seconda edizione del torneo di calcio a 5 "CALCI DAL BASSO: OVVERO Altri 2 TIRI PER IL DIRITTO ALL'AUTOGESTIONE".
Dopo l'enorme successo della scorsa edizione, dopo le indimenticabili partite, le azioni, i gol, gli entusiasmi delle tifoserie... torna più ricco, spettacolare e agguerrito CALCI DAL BASSO, non a caso in “simultanea” con i mondiali 2006.
Il campo del torneo sarà quello della casa "Cecco Rivolta" di via Dazzi 3, occupata il 24 giugno 2000 da un gruppo di studenti universitari e giovani lavoratori precari, anch'essa, purtroppo, sotto accusa e sotto processo.
L'iscrizione al torneo delle 15 squadre partecipanti servirà a coprire le spese legali di una serie di processi e condanne seguiti ad altrettante azioni di lotta per il diritto alla casa e più in generale all'autogestione: case, spazi, controinformazione, ecc...
Tutto si inserisce nella cornice della Firenze dei Padroni che ai diritti e ai bisogni di differenti settori sociali continuna a rispondere con sfratti e sgomberi da una parte e con denunce, avvisi di garanzia, processi e condanne dall'altra. E' sotto sgombero il Centro Sociale Autogestito ex-Emerson, sono sotto sgombero molte case del Movimento di Lotta per la Casa, sono "sotto sgombero" il diritto alla città e all'autogestione mentre crescono le speculazioni edilizie e l'attacco all'ambiente ed alla salute con grandi opere come l'Alta Velocità e gli inceneritori...
Processi contro diritti, bisogni contro profitti: la partita è aperta. Ci vediamo "in campo", venite a "tifare" per l'Autogestione.

Contribuisci
Inserisci direttamente i link e i materiali pertinenti
CONCERTO SOTTO IL CARCERE DI SOLLICCIANO 31/03/2006
ALT

Contro ogni prigione

Per ricordare che ci sono sessantamila persone detenute ogni giorno nelle carceri italiane e che è grazie alla ristrutturazione del mercato del lavoro e dello smantellamento del welfare; o il risultato di leggi repressive come la Bossi-Fini sull’immigrazione, continuazione della Turco-Napolitano; situazione che peggiorerà con la Fini-Giovanardi sulle droghe, basata sulla Jervolino-Vassalli-Craxi, con la Cirielli sulla recidiva, con l'ulteriore inasprimento della legislazione contro i “reati politici” con l'ennesimo potenziamento delll’art. 270 e non solo, della legge Pisanu per reprimere ogni dissenso politico e sociale, di immigrati o “indigeni”, dentro e fuori il carcere stesso.
In altri paesi le leggi hanno nomi diversi ma producono lo stesso effetto: quello di un processo di carcerizzazione di massa.

Per ricordare che a Sollicciano, invece di 460 (massimo consentito) ci sono 1000 detenuti, privati della loro libertà fisica e mentale, letteralmente accatastati per ventuno ore al giorno a tre a tre in celle di dieci metri quadri. Minacciati dallo spettro della negazione delle misure alternative, dei trasferimenti punitivi e dell’isolamento, di quel regime di vera e propria tortura psicofisica che è il 41bis.

Chi va in carcere oggi? Sono immigrati, tossicodipendenti, persone con problemi di salute mentale, prostitute, transessuali, giovani delle periferie delle grandi città. Persone a cui sono stati negati i diritti sociali prima e ancora di più dopo l’entrata in carcere. Oggi più che mai la ‘questione carcere’ è un problema di tutti. Si rinchiudono decine di migliaia di persone nelle carceri per controllare le vite e i comportamenti di interi gruppi sociali, interi spezzoni di classe.

Per ricordare tutto questo e per ribadire il no ad ogni prigione e in solidarietà con prigionieri e le prigioniere
Sabato 13 MAGGIO 2006, dalle ore 14 in poi
CONCERTO davanti al carcere di Sollicciano
(via Minervini)
Suoneranno:
Quarto Podere, Cayo Rosso, Malasuerte Fi-Sud, KinderGarten, Fiati Sprecati, Martinicca Boisson, Neglizi & Mr Tuca, Terra Terra, In-Fame, YounGang, Gigujwassa

download PDF dell'iniziativa

Primo concerto sotto Sollicciano: 27 marzo 2003
RUSPE AL CPA-FIRENZE SUD 05/06/2006
ALT

Invece degli alberi tiran giù un centro sociale!

Publiacqua, proprietaria dello spazio occupato dal Centro Popolare Autogestito Fi-Sud, mercoledì 3 maggio, ha mandato delle ruspe a "ripulire" l'area.
E per pulire per bene hanno pensato bene di sfondare le recinzioni che delimitano l'arena estiva del centro sociale, abbattere la struttura adibita a cinema estivo e devastare gli alberi.
Solo l'arrivo immediato di compagni ha evitato ulteriori danni.
La scusa: costruire un'area di parcheggio (lavori attualmente in corso nell'area adiacente), anche se sul sito di Publiacqua non risultano lavori in corso in quel tratto di strada.
Possibile che chi ha dato mandato di esecuzione per i lavori non fosse a conoscenza che lo spazio del Centro Popolare è una struttura occupata ed autogestita dal 22 dicembre 2001 e che nella palestra contigua giovani e anziani del quartiere svolgono quotidianamente attività regolari?

Le campagne contro Publiacqua e per la ripubblicizzazione dell'acqua

29-30 MARZO: REFERENDUM DEI PRECARI DELL'UNIVERSITA' 03/08/2006
ALT

Cervelli ribelli

All'università di Pisa, ateneo di precaria eccellenza, i ricercatori atipici si organizzano. Mentre il governo continua a dirottare fondi sulle superscuole per pochi eletti come la Normale o il S. Anna - nient'affatto estranee al fiorente giro di speculazioni edilizie in città - all'università che dovrebbe essere "per tutti" la ricerca, la didattica e interi corsi di laurea vanno avanti solo grazie al lavoro sottopagato o gratuito, senza diritti né tutele.
Dopo l'adesione alla giornata di mobilitazione nazionale e varie assemblee nelle facoltà, i precari hanno indetto un referendum per il 29 e 30 marzo... e ovviamente si sono visti opporre il rifiuto dell'Università.
Ma non finisce qui!

www.precaripi.unmondodi.it
  ::  Rete Nazionale Ricercatori Precari

Contribuisci
Inserisci direttamente i link e i materiali pertinenti
ARCHIVIATA LA MORTE DI MARCELLO LONZI 01/02/2006
ALT

In carcere si muore (di "aritmia maligna")

Marcello Lonzi, 29 anni, tossicodipendente, detenuto per tentato furto, con soli quattro mesi di reclusione ancora da scontare, viene "trovato morto" l’11 luglio 2003 nella sua cella del carcere Le Sughere di Livorno - carcere sovraffollato, pieno di detenuti in attesa di giudizio e con un record di suicidi [1] [2] [3].

La famiglia sarà avvertita solo 12 ore dopo. All'autopsia, eseguita senza prima avvertire i familiari, il medico legale parla di "cause naturali". Le testimonianze, le ferite e il lago di sangue nella stanza ci raccontano un'altra verità, ma il Pm - lo stesso coinvolto anni fa in una storia troppo simile e lo stesso che ordinò l'irruzione al C.S. Godzilla - ha chiesto e ottenuto l'archiviazione, passando sopra ai troppi dubbi su quella notte, in cui si era tenuta una protesta spontanea dei detenuti della sezione.

Una morte che non è che la punta dell'iceberg. Chi è transitato dalle Sughere racconta una quotidianità di umiliazioni, pestaggi, "celle lisce" e "terapie" a base di botte. Nel frattempo la madre di Marcello, nel suo muoversi alla ricerca della verità, è oggetto di intimidazioni e minacce più o meno esplicite e più o meno legali.

La cronaca, dall'11 luglio 2003 a oggi
Rassegna stampa completa
Interrogazioni parlamentari: Marcello - Sughere
Lettera dei detenuti delle Sughere
Sergio Segio e il Gruppo Abele: Ancora molti dubbi - Carcere, vite a perdere
La madre di Marcello su Sofri e gli arresti di Pisa
Intervista alla madre di Marcello
2/3/05 da Livorno: "... e così il caso Lonzi è chiuso."
30/10/05: la controperizia per riaprire il caso
Scrive la mamma di Marcello: il Tribunale di Genova chiude l'ultima speranza, archiviata [pdf] la richiesta di riapertura.
... Ancora un tentativo: raccolta fondi per riaprire il caso

Ftr precedente: Vai in carcere e poi muori!
MONOTONIE FIORENTINE 20/10/2005
ALT

Firenze, la repressione costante

Sfratti e sgomberi, sgomberi e sfratti, che dura vita quella del tutore dell'ordine. Hanno appena chiuso la questione del MAF e subito una nuova magagna: il csa ex-emerson. Un po' in sordina, senza troppo rumore, come questo tipo di operazioni richiede, e' stato approvato il progetto che portera' alla demolizione dell'ex calzaturificio Pallanti, attuale sede del centro sociale.
Verra' abbattuto per far posto a 660 abitazioni, di cui la meta' saranno gestite dal comune ed affittate a prezzo calmierato (35% del prezzo di mercato), ma ATTENZIONE solo per 10 anni e la proprieta' rimarra' comunque dei costruttori. Un ottimo affare per le ditte costuttrici, che si preparano a far manbassa di soldi pubblici (il 45% dei costi di edificazione, in piu' sgravi fiscali, ricchi premi e cotillon): il tutto semplcemente prestando per 10 anni qualche casa al comune. I soliti mal pensanti la chiamano speculazione edilizia: ma si sa, ai fiorentini non va mai bene niente, come ama ripetere il sindaco di Firenze Domenici.

E mentre i palazzinari si dividono la torta nella Firenze che non conta:

DISERTORI ERITREI E ETIOPI OCCUPANO
SANTA CROCE, ZONA ROSSA PER GLI SFRATTI

Sabato 22 Ottobre ore 10.00 --> Piazza San Marco
corteo contro lo SGOMBERO DELL'EMERSON --> Info: http://www.csaexemerson.it

Venerdi' 21 - Sabato 22 Ottobre --> Due giorni contro lo sgombero dell'emerson:
Ar cor non si comanda! --> Info: http://www.csaexemerson.it/concerti.htm
L'INQUISIZIONE A PISA 06/12/2004
ALT

Col COR in mano

Le indagini sulle Cellule di Offensiva Rivoluzionaria hanno portato all'arresto di nove attivisti, di cui due ancora detenuti in carcere e uno in latitanza. Non si evince in realtà alcuna vera prova a loro carico, e questo può spiegare una campagna mediatica piena di contraddizioni e falsità. Valgano come esempio le "schiaccianti prove" raccolte per tre soli atti incendiari [1] [2] [3] (mentre per la maggioranza degli stessi non esiste al momento neppure un indizio), o l'attribuzione della scrittura delle lettere minatorie, o il tentativo di legare gli indiziati a gruppi islamici, [1] [2] [3] ecc. E non è bastato. A uno di essi si è prolungata, dopo tre mesi, la carcerazione preventiva di altri 45 giorni. Ora, per prolungarla ulteriormente agli unici due attivisti su cui hanno potuto mettere le mani (avendo dovuto rimettere in libertà gli altri), e dopo che lo stesso PM aveva sostenuto il reato di associazione a delinquere, si tenta in extremis, senza ulteriori sviluppi nelle indagini, di trasformare il reato in associazione sovversiva. Solidarietà è giunta ai due e al Comitato contro la Repressione di Pisa, nato per sostenere la loro causa ma con l'ambizione di essere un punto di appoggio e di sostegno per chiunque subisca le conseguenze legate all'involuzione del diritto e all'azione degli apparati repressivi.
 
Lettera di William Frediani ... "in carcere in quanto comunista"!
Meucci e le COR
Lettera di Francesco Gioia dalla latitanza

Feature precedente: Arresti a Pisa

11/05/05: arrestato a Barcellona Francesco Gioia
23/05/05:
Alessio ai domiciliari. Il processo il 5 dicembre
28/07/05
: Anche Willy ai domicilari

*TUTTI GLI AGGIORNAMENTI*

[   Archivio completo delle feature   ]
italy-imc (top)
Radio/TV
Agenda
Vai all'Agenda »
toscana   nw

Pubblica
il tuo articolo


I nostri diritti !
O22 7:02PM -- L.V
Riunione del coordinamento toscano di sostegno alla lotta zapatista
O22 6:50PM -- coord.tosc.di sostegno alla lotta zapatista
suò presunto dibattito con uno zapatista
O22 4:44PM -- Centro Popolare Autogestito Fi sud
Quale prospettiva per Cuba
O21 6:47PM -- PCL Firenze
Aggiornamenti Livorno-El Alamein
O21 2:46PM -- antifa
sciopero al teatro
O21 10:20AM -- cobas pisa
Livorno: El-Alamein il ricordo della vergogna
O21 1:41AM -- Antifa
Quale prospettiva per Cuba?
O20 7:04PM -- PCL Firenze
NON CI SONO DELEGAZIONI ZAPATISTE IN ITALIA
O20 1:01PM -- Coordinamento tosc di sostegno zapatista
solidarietà con chi occupa
O20 11:26AM -- cobas pisa
PRECARIATO INFINITO
O20 10:56AM -- associazione comunista pianetafuturo
Alcune foto sullo SPAZIO SOCIOABITATIVO OCCUPATO a Pisa
O19 9:32PM -- Università Antagonista
Quale prospettiva per Cuba
O19 7:04PM -- PCL Firenze
OCCUPATO NUOVO SPAZIO SOCIO-ABITATIVO A PISA
O19 12:00PM -- Università Antagonista
Patteggia 1 anno e 8 mesi il responsabile della morte di Matteo Valenti
O18 10:07PM -- Viruz Giornale Antagonista
Michael Hardt a Firenze
O18 9:04PM -- RETE IWW - TOSCANA
Sabato 21 riapre l'officina sociale Refugio
O18 2:21PM -- Officina sociale Refugio
Ogm: I controlli non bastano (BAYER)
O18 9:07AM -- CBGnetwork
Assemblea Stop precarietà Ora a Pisa
O18 8:51AM -- Rebeldia Laboratorio delle disobbedienze
Fuori dal controllo
O17 9:51PM -- panico anarchico
La tortura è sempre presente nelle galere di questo paese!!!
O17 2:43PM -- luke
Stroncare i libri di Pansa è un piacere o un dovere civico?
O17 10:44AM -- Tom Joad
stasera assemblea sull'america latina al Cpa
O17 9:29AM -- Centro Popolare Autogestito Firenze sud
I vermi fascisti di Forza Nuova continuano a provocare a Viareggio
O15 5:15PM -- Viruz Giornale Antagonista
Moby Prince, il caso si riapre
O15 1:40PM -- dal manifesto
Seminario IWW
O15 1:37PM -- RETE IWW - TOSCANA
MANIFESTAZIONE STUDENTESCA
O14 3:51PM -- COORDINAMENTO STUDENTESCO LIVORNESE
ALTRO CHE CRISTIANA CARITA'
O14 2:47PM -- migranti movimento di lotta per la casa
precari nella PA
O14 12:38PM -- cobas pubblico impiego
Trasylol (Bayer) può aumentare l'incidenza di morte, di grave danno renale, di insufficien
O14 9:57AM -- CBGnetwork
[Pisa] Corsi di italiano per stranieri
O13 9:58PM -- Rebeldía::ComunicAzione
dibattito LE AUTOPRODUZIONI E LA DISTRIBUZIONE
O13 7:28PM -- dar
Rinviata iniziativa su Cuba a Firenze
O13 7:11PM -- PCL Firenze
PISA: il ritorno dell'antiproibizionismo militante
O13 5:44PM -- canapisa crew
assemblea su cuba e america latina
O13 4:18PM -- Centro Popolare Autogestito Firenze sud
Diritti per la famiglia Chfouka diritti per i migranti più democrazia per tutti
O13 1:51PM -- lucca
Qualiprospettive per la Rivoluzione Cubana?
O13 12:31AM -- PCL Firenze
Skifo alla asl di lucca
O12 10:46PM -- INGEGNERE
solidarietà
O12 9:06PM -- moviment di lotta per la casa firenzeo
L'alternativa possibile in Am. Latina-dibattito martedì 17
O12 6:34PM -- Centro Popolare Autogestito Firenze sud
[Pisa] Lettera di P ai quotidiani Il Tirreno e La Nazione
O12 5:13PM -- P
IL CAMMINO DEL DISAGIO TRA COSTRIZIONE E COSTRUZIONE
O12 10:31AM -- collettivo antipsichiatrico antonin artaud-pi
Il 4 Novembre per un nuovo pacchetto TREU
O12 10:08AM -- precario stufo
Rivoluzione Cubana
O12 9:06AM -- PCL Firenze
vigli urbani al Cpa - comunicato
O11 4:35PM -- Centro Popolare Autogestito Firenze sud
Cuba: società, arte e cultura
O11 12:34PM -- brigate di solidarietà e per la pace
Argentina tra resistenza al neoliberismo e costruzione del contropotere
O11 12:19PM -- brigate di solidarietà e per la pace
Un primo grido di rivolta da Pisa...
O10 4:07AM -- P
nEXt Emerson: lunedi' 9/10 sotto Palazzo Vecchio
O08 4:38PM -- emerson
Rivoluzione e socialismo del secolo 21°
O07 12:35PM -- Assemblea pubblica sul Venezuela
 
Leggi gli altri articoli

Ultimi commenti

Articoli nascosti
 
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9