Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

inchiostroG8


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
ROMA ULTIMO MODELLO 15/09/2006
ALT

L'immigrazione disintegrata

Un'operazione in grande stile, come piace al prefetto Achille Serra. Uno sgombero condotto all'alba da polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale. Un quartiere occupato da decine di mezzi. Centinaia di migranti sgomberati (foto) da un edificio occupato da anni a Tor Marancio nel comprensorio del S. Michele, a pochi metri dall'edificio occupato dal Coordinamento Cittadino di Lotta per la Casa, portati in commissariato e poi chissà. Vigilantes privati già pronti a sorvegliare la zona. Sui marciapiedi, qualcuno solidarizza con gli sgomberati, mentre altri lamentano che chi occupa una casa non paga l'ICI e alza il volume la sera. Questa è la cronaca di un'alba normale nella città normale della premiata ditta "Serra & Veltroni". Una normalità in cui non possono avere spazio conflitti e contraddizioni, come quella rappresentata da un edificio occupato da centinaia di persone, una delle occupazioni abitative più grandi di Roma.

Da oggi, decine famiglie ormai integrate nel quartiere hanno diversi problemi in più, dal tetto sulla testa all'istruzione, dato che molti bambini studiavano nelle scuole del quartiere. Ora dovranno arrangiarsi come potranno, e magari illegalmente, anche se la Guardia di Finanza parla di operazione "anti-racket". Proseguiranno lungo il circolo vizioso che dalla precarietà porta all'illegalità, alla repressione e infine a nuova precarietà. E fa contenti tutti: chi sfrutta il lavoro a basso costo e chi ha bisogno di mostrare ai buoni cittadini che "la città è più sicura". Come Batman & Robin, sindaco e prefetto si vanteranno di aver risolto un altro problema a Waltertown. Veltroni rassicurerà che "gli immigrati vivevano in condizioni di degrado" e che "verranno individuate soluzioni nel rispetto dei diritti di tutti". Serra parlerà di "smantellamento della microcriminalità". Le facce dei bambini nei pullman blu della polizia sembravano dire tutt'altro.

CONTRIBUISCI
Aggiungi informazioni, notizie e comunicati

CPT 15/08/2006
ALT

A Lampedusa, contro i Cpt

In campagna elettorale, l'Unione ha liquidato la questione CPT parlando, in modo volutamente ambiguo, di "superamento".
Ma già dalle prime uscite di Amato e' chiaro che il governo ha scelto di mantenere in funzione i Centri di Permanenza Temporanea, lager di stato.
Le politiche repressive della fortezza Europa hanno trasformato il Mediterraneo in un enorme cimitero, non passa giorno che non si abbiano notizie di naufragi e di cadaveri sulle spiagge siciliane.

Mobilitazione nazionale antirazzista a Lampedusa, 9 e 10 settembre 2006.

Continua in categoria Sicilia, leggi e contribuisci
Un CPT rosso vergogna 28/06/2006
ALT

Malgrado tutto... si muore!

Dopo la rivolta dei giorni scorsi nel centro di prima accoglienza ed identificazione di S.Anna a Crotone, e la fuga di 30 migranti, anche a Lamezia Terme, nel CPT gestito dalla cooperativa rossa Malgrado Tutto, ieri si sono verificati episodi di protesta.
Le rivolte nei centri di accoglienza calabresi vanno a sommarsi ai numerosi e frequenti atti di ribellione che accompagnano la vita all’interno dei CPT di tutta Italia.

Quello di Lamezia Terme è l'ennesimo CPT gestito da una cooperativa rossa, vicina ai DS. Non è la prima, non è l'ultima, non è la sola.

..:: I CASI ::..
:: hadmol :: voci dal cpt :: mohamed :: said 1 2 3 4 :: ferat e mohamed ::

..:: APPROFONDIMENTI ::..
:: il dossier :: metti una sera... :: sciopero della fame :: manifestazione 12.11.05 video foto 1 2 ::
:: sit-in contro il silenzio :: se protesti non mangi :: visite istituzionali o giù di lì ::
:: l'esposto e l'archiviazione :: :: le parole dei politicanti 1 2 3 :: un buco sul tetto che scotta ::
:: il rapporto msf :: il rapporto di amnesty :: visita con foto ::
:: chi è raffaello conte :: autoritratto :: foto 1 2 3 ::
:: il sito della cooperativa (temp. non raggiungibile) :: dov'è :: biografia non ufficiale ::

..::APPUNTAMENTI ::..
:: una giornata CONTRO L’UMANIZZAZIONE DEI LAGER::


..::CONTRIBUISCI!::..
Aggiungi materiale, informazioni, notizie, comunicati...
EFFETTO FLUSSI 14/03/2006
ALT

Tutti in fila fingendo di non esserci

Martedì 14 marzo 2006 è stato il primo giorno, e di fatto l'unico giorno utile, per richiedere uno dei 170.000 permessi di soggiorno disponibili su 2 milioni di domande previste e 480.000 effettivamente presentate.
In alcune città, come ad esempio Alessandria, le file fuori agli uffici postali sono iniziate da venerdì sera. Migliaia di persone in tutta italia sono state costrette a interminabili code di ore davanti agli uffici, che sarebbero stati aperti per loro solo per tre ore.
Ciò è quanto di più violento e cinico si possa immaginare, considerato che in molti rimarranno delusi perché le quote d'ingresso sono volutamente inferiori alle richieste.
Ma non basta, perché la cosa ancora più delirante è che chi vedrà concedersi il permesso di soggiorno dovrà tornare al suo paese per ritirarlo presso il consolato italiano e ricevere il visto per rientrare in Italia a prescindere da quanto distante sia il suo paese.
Così quei pochi che otterranno il permesso, memori di queste ore e del viaggio cui saranno costretti in seguito, saranno disposti ad accettare le peggiori condizioni di vita e di lavoro pur di tenerselo stretto, mentre chi sarà escluso continuerà a vivere nell'ombra.
Questo è il destino delle centinaia di migliaia di immigrati cui non verrà dato il permesso di soggiorno.
In più, in questa maniera saranno schedati migliaia di clandestini altrimenti non noti burocraticamente e irrintracciabili, e gia' le forze della repressione ne hanno approfittato per intercettare alcuni immigrati irregolari in coda ed espellerli in direttissima. La macchina del controllo continua a fare il suo corso.

AGGIORNA QUESTA FEATURE
commenta e contribuisci alla ftr!
ORDINARIA VIOLENZA 20/07/2005

Savignano: pestaggio in caserma

A pochi passi dalle orde di vacanzieri in preda a stress da spiaggia, si muove un mondo migrante, composto in buona parte da "irregolari" indesiderabili per lo stato, ma indispensabili al mercato. Si tratta di non persone, prive di diritti e inermi di fronte ad abusi e umiliazioni. Uno fra i tanti è Youssef , catturato dai Carabinieri durante una retata in un centro commerciale di Savignano (Cesena), malmenato all'interno della caserma e abbandonato nei pressi di un cavalcavia non senza minacce…Ma Youssef trova il coraggio di denunciare l'accaduto, pur sapendo che il suo status di "non regolare" lo porterà sicuramente all'arresto, probabilmente all'espulsione.
In questi giorni si sta compiendo il suo destino giudiziario, ma quanti prima di lui hanno subito lo stesso trattamento e per lo status di irregolari hanno preferito tacere? In attesa del processo Youssef resta per ora agli arresti domiciliari

Articoli dal nw di Indymedia
[Comunicati solidarietà PAZ Rimini e PRC Rimini] [Odg in solidarietà di Youssef ] [Rassegna stampa] [Comunicato stampa PAZ Rimini] [Pisanu nega tutto]

Altre informazioni su:
[Melting Pot] [Anarcotico] [Globalproject]
TEMPORANEAMENTE PERMANENTI 29/05/2005
ALT

Centri di permanenza temporanea

Sono galere che non si chiamano galere, fatte apposta per imprigionare chi commette il reato di non essere identificabile, di non avere documenti. Sono galere fatte perche' la legge non prevede che si possa essere incarcerati per un reato amministrativo. Sono i Centri di Permanenza Temporanea, fiore all'occhiello del governo D'Alema; un sistema carcerario parallelo che raccoglie il favore di tutte le compagini partitiche. Un sistema sporco gestito in maniera ambigua, un sistema di lager spesso nascosti nelle nostre citta' isolati da alte mura il piu' possibile invisibili e anonimi. Un sistema contro il quale lottare spesso costa caro

Ultime features su indymedia
- L'Aquila, no al CPT
- Scipero della fame in via Corelli
- rivolta al cpt di Torino
- No al cpt in friuli

Approfondimenti
- Leggi il dossier sul CPT di trapani
- Leggi gli articoli di anarcotico dedicati al cpt di Trapani
- Leggi gli articoli di anarcotico dedicati alle rivolte di maggio 2005
- Elenco dei cpt attualmete in funzione in italia
- Scheda sui cpt italiani del Cestim
- Raccolta delle principali norme in materia di immigrazione
- Note e info su migranti e CPT
- Leggi lle categorie di indymedia dedicate a Controllo e repressione e Migranti e cittadinanza

Collegamenti: Meltingpot | Cestim | Naga
Altre informazioni le puoi trovare anche su Anarcotico, Tactical Media Crew e Peacelink

>>> vai agli aggiornamenti dal newswire , oppure leggi i post di maggio
ultimo aggiornamento: 13/06/05.


AGGIORNA QUESTA FEATURE
commenta e contribuisci alla ftr!
Per la libertà dei migranti 12/01/2004
ALT

4 dicembre: i diritti non chiedono permesso

Le esistenze e la libertà dei migranti in Italia e in Europa sono oggi palesemente calpestate dai governi con leggi razziste. La precarizzazione dei rapporti di lavoro, unitamente al proibizionismo in materia di ingressi dei migranti, produce sfruttamento e insicurezza per milioni di persone.

Con queste condizioni, e con la costante minaccia di detenzione ed espulsione pesantemente aggravata dall’entrata in vigore della legge Bossi-Fini, hanno dovuto confrontarsi i migranti e le migranti dopo la straordinaria manifestazione nazionale del 19 gennaio 2002, contro quella che allora era ancora una proposta di legge e oggi è una tragedia collettiva. >>>

Leggi l'appello del comitato organizzatore o ascolta lo spot radio per la manifestazione..

Foto: 1 | 2

Audio:
- Una prima occhiata alla piazza
- La partenza del corteo
- Interviste al corteo
- Lo spezzone bolognese
- La rete antirazzista di Venezia
- Interviste alla comunità ivoriana
- SuEritrei alla Collatina!

Aggiornamenti dal newswire:
- Roma melting pot...
- I diritti negati dei migranti
- Stop espulsioni: permesso per tutt*
- I diritti non chiedono permesso
- 4 dicembre e forza nuova
- Appelli e adesioni: 1 | 2 | 3 | 4

Approfondimenti e link:
- Il sito del Comitato 4 dicembre
- Elenco dei lager/CPT attualmente in funzione in Italia
- Bologna: fuga dal CPT di via Mattei
- Border=0

MIGRANTI E PESCATORI 05/09/2004
ALT

Pescatori di uomini

Senza pace neanche dopo morti. Decine e decine di migranti, nel tentativo di raggiungere l'Europa attraverso la Sicilia, perdono la vita a causa del maltempo e della precarieta' delle imbarcazioni. Qualche servizio al tg e, poi, l'oblio. E invece il Mediterraneo, impietoso cimitero subacqueo, ce lo ricorda e restituisce i corpi, o quello che ne resta, a modo suo.
Da due anni, infatti, nella zona del Mammellone (cosi' e' chiamato il tratto di mare tra la Libia e Lampedusa, a 300 miglia da Mazara del vallo), i pescatori siciliani tra le loro reti per la pesca al traino trovano, insieme a pesci e molluschi, cadaveri di uomini e donne. Brandelli di corpi distrutti dai naufragi causati, soprattutto, dalle mareggiate invernali riaffiorano dopo mesi nell'indifferenza totale.
E ai pescatori, che si trovano a fare i conti con questa tragedia del mare, non resta che avvertire le autorita' costiere che, a detta loro, attivano le "procedure per il rimpatrio delle salme". Come si rimpatriano i resti di un corpo, pero', non e' dato sapere.

Appuntamenti: 11 e 12 settembre sit-in a piazza della Repubblica - Mazara del vallo

CAP ANAMUR 06/07/2004
ALT

Un'estate al mare

Da giorni in mezzo al mediterraneo su una nave tedesca. Eppure non e' una crociera...
37 richiedenti asilo sudanesi, dopo essere scampati a un naufragio (l'ennesimo...) sono stati salvati dalla Cap Anamur, nave battente bandiera tedesca, in attesa di sbarcare sulle coste siciliane e avviare la loro richiesta d'asilo. Ma niente. Le autorita' italiane continuano a negare l'approdo dell'imbarcazione tedesca, nonostante le richieste pressanti del suo capitano e i rischi che le condizioni igieniche, ormai precarie, comportano. "Una questione di competenza territoriale" , hanno fatto sapere.
L'imbarcazione è così costretta a sostare al largo di Porto Empedocle (porto in cui originariamente avrebbe dovuto attraccare), sotto le minacce del governo italiano e delle navi militari pronte ad usare la forza nel caso di un tentativo di attracco. Dall'inizio della vicenda attenzione reale e tentativi di aiuto ai 37 sudanesi sono arrivati da gruppi, singoli, collettivi e coordinamenti siciliani che hanno organizzato alcune iniziative e lanciato l'idea della creazione di un coordinamento speciale, mentre sulle coste siciliane continuano gli sbarchi [ 1 - 2 ]. Si ripropone la questione dell'asilo politico e dell'inadeguatezza di una legge, la Bossi-Fini, che non ha fatto altro che aggravare la situazione e provocare decine e decine di morti nelle acque del Mediterraneo.
La mobilitazione però non è riuscita ad evitare l'espulsione: nella notte tra mercoledi 21 e giovedi 22 luglio, 27 dei migranti sudanesi sono stati imbarcati su un volo per Accra (Ghana), dopo che il ministero degli Interni ha negato loro lo status di richiedenti asilo. Solo dopo l'espulsione arriva la sentenza del tribunale che accoglie i ricorsi dei migranti e dichiara illegittimo il trattamento inflitto loro.

aggiornamenti in categoria Sicilia

RIVOLTA AL CPT REGINA PACIS 12/07/2004
ALT

Cariche al centro di detenzione Regina Pacis

Domenica 11 luglio nel pomeriggio le forze dell' ordine hanno caricato un gruppo di manifestanti anarchici che portava la propria solidarietà ai migranti rinchiusi nel centro di detenzione Regina Pacis a San Foca(Lecce).
Le cariche sono iniziate in seguito all' ennesima rivolta all' interno del carcere e si sono trasformate in una caccia all' uomo tra le dune della spiaggia. Uno dei reclusi ha cercato di fuggire ma è stato bloccato dalla polizia, un manifestante ha subito la rottura di una gamba.
Inoltre due attivisti sono stati fermati, uno e' stato subito rilasciato mentre il secondo e' stato trattenuto e portato in carcere con l'accusa di violenza a pubblico ufficiale.
Nulla si sà quello che i migranti hanno subito nel Cpt dopo che le forze dell’ ordine sono intervenute per sedare la rivolta.

Comunicati di solidarietà:
Osservatorio Italia/Albania
Rifondazione Comunista
Commissione Antirazzista della Federazione Anarchica Italiana - FAI

Rassegna Stampa
Il Manifesto

Approfondimenti: Il Regina Pacis
Migranti: giornata internazionale 02/02/2004
ALT

31 gennaio 2004 - Giornata europea per la libertà la dignità e i diritti dei migranti

Per la prima volta in Europa, contemporaneamente nello stesso giorno, si sono svolte mobilitazioni in diversi paesi su tre parole d'ordine comuni, discusse all’interno del Forum sociale di S. Denis del novembre scorso in Francia:

- per la chiusura dei centri di detenzione dentro e fuori l'Unione europea
- per la regolarizzazione di tutti i migranti in Europa
- per il riconoscimento del diritto d´asilo

Il 31 gennaio 2004, nell'ambito della Giornata Europea contro i CPT, per il diritto d'asilo e i diritti dei migranti, si sono svolte manifestazioni in Spagna, Francia, Belgio Gran Bretagna, Germania e Svizzera.
In Italia si è scesi in piazza a Bologna, Crotone, Gorizia, Torino, Roma e Caltanisetta.

Audio foto e video delle manifestazioni
[Radio Gap ] [Torino Roma | 1 | 2 | Bologna | lugano | friburgo ] [ Bologna | Roma 1/2 | Londra ]

Appelli e comunicati
[Appello Nazionale - Tavolo Migranti Social Forum Italiani]

Pre-Azioni
[Bologna] [Foto 1] [Foto 2]
[Gardisca (GO)] [Foto1] [Foto2] [Foto3] [Foto4]
[Azioni collegate a Verona, Milano e Bologna]

Articoli sulle manifestazioni italiane
[Crotone: presidio e blocchi stradali davanti al CPT] [Roma: 1000 migranti da Caserta ] [il governo risponde] [L'unione fa la forza] [Roma Migranti a San Pietro ] [noborder action day ] [Vercelli antirazzista] [Torino: iniziativa al CPT per bambini ] [bologna]

dai quotidiani
[In piazza senza frontiere] [Milano: Raid dei «no global» in un’agenzia di viaggi] [Migranti in piazza in tutta Italia contro i Cpt-lager] [Lavoro, diritti, libertà di movimento: i migranti in piazza a Roma] [In corteo dopo lo sgombero violento di Roma]

Approfondimenti
[Per contare e non essere contati ] [Centri di permanenza disumana] [Medici senza frontiere chiede la chiusura di tre Cpt ] [Sedici centri di permanenza disumana ] [Nei Cpt il trattamento medico è manicomiale] [Le minacciose nubi di Schengen si raddensano] [Clandestini, ecco il business] [rapporto di MSF sui CPT in Italia] [Scarica il rapporto di MSF] [Ascolta l'intervista a Loris de Filippi dal sito di ROR]

Altre risorse su "Cpt e migranti"
[Progetto Meltingpot] [Sans Papiers] [No Border Network] [Border0] [Medici Senza Frontiere] [Global Radio] [movimento dei senza voce]

Video su Cpt e Migranti
[ New Global Vision (NGV) - Categoria "migranti, cittadinanza, noborder"]

[   Archivio completo delle feature   ]
italy-imc (top)
Radio/TV
Agenda
Vai all'Agenda »
migranti   nw

Pubblica
il tuo articolo


IMMIGRATI: CALDEROLI, CI STANNO INVADENDO
O22 1:31PM -- immigrè clandestin
Caltanissetta, inchiesta sul Cpt
O21 9:04PM -- immigrè clandestin
...e d'improvviso ognuno vide...
O21 5:02PM -- atti_osceni
Gobierno de Bolivia cede y acuerda respetar cocales legales
O21 2:49PM -- Subcentral campesina Icuna
Licata, 21/10 - presidio antirazzista
O21 11:25AM -- FAS & FdCA
CONGIURA CONTRO CHAVEZ
O20 4:07PM -- Antonio P. - Vero Sudamerica
ROMA: sit in antirazzisti romani
O20 2:56PM -- Senzaconfine
Erdogan libero! Giornata d'azione internazionale 4.11.06
O20 2:22PM -- free Erdogan
PORRAJMOS - Lo sterminio nazista degli zingari
O20 11:39AM -- TAZ laboratorio di comunicazione libertaria
SENZA CASA MAI PIU'!
O19 5:19AM -- Nucleo FAS "GiustiziaeLibertà" + Fd
[bo] Movimenti in commissione consiliare per udienza sui cpt
O18 3:47PM -- da ApCom
IN BRASILE EPIDEMIA DI SUICIDI
O18 12:01PM -- indios
video botte a Festival del Cinema
O17 11:52AM -- gabibbo
Roma non é un Reality
O17 11:21AM -- un cittadino
[Palermo] precarity day a lettere verso il 4 novembre !
O17 9:11AM -- Precari@
Muro di berlino....ah no muro Messicano....
O16 12:48PM -- Ą ń Ť ŏ ñ į ő
Il multiculturalismo funziona?
O16 11:01AM -- Beppe
Solidarietà al Comitato di lotta per la casa "12 luglio"
O14 6:03PM -- Nucleo FAS "Giustizia e Libertà", F
Manifestazione migranti a Venezia
O14 5:39PM -- Rete Antirazzista/Venezia
Torino: La polizia ruba i soldi per il funerale del senegalese
O14 4:37PM -- Fuck_Police
Manifestazione dei migranti a Napoli
O14 3:46PM -- rete antirazzista napoletana
ALTRO CHE CRISTIANA CARITA'
O14 2:47PM -- migranti movimento di lotta per la casa
[Pisa] Corsi di italiano per stranieri
O13 9:58PM -- Rebeldía::ComunicAzione
cariche e contestazione alla festa di walter
O13 7:14PM -- ondarossa
articolo da repubblica.it
O13 2:53PM -- Cattedrale Occupata x il diritto alla casa
Diritti per la famiglia Chfouka diritti per i migranti più democrazia per tutti
O13 1:51PM -- lucca
fiorello e i cpt
O13 11:44AM -- emigrante antirAzzista
Palermo: i manifestanti passano la notte in cattedrale
O13 9:56AM -- agr
Premio per la caccia agli stranieri non legalizzati in Olanda
O12 11:00PM -- Tom Welschen
solidarietà
O12 9:06PM -- moviment di lotta per la casa firenzeo
[BO] SABATO 14 ottobre 2006, alle ore 14 precise, PRESIDIO davanti al C.P.T. di via Mattei
O12 8:25PM -- nemici di frontiera
Il proletariato, peck-order suicida, immenso pollaio, uno contro l'altro?
O12 3:55PM -- http://donnaproletaria.blog.tiscali.it
Il questore prende tempo
O12 1:43PM -- Coorcinamento Migranti
O.R.So. Milano 11 Ottobre 2006
O11 6:00PM -- o.r.so.
Venezia giornata di mobilitazione
O11 2:59PM -- Rete Antirazzista/Venezia
Roma non è un film
O11 2:16PM -- Angelo Mai occupato
prime foto sgombero O.R.So.
O11 10:59AM -- sorridisorridi
O.R.So
O11 7:04AM -- pagoda
PT DI RAGUSA LA RISPOSTA DEL COLLETTIVO MIGRANTI ALLA CRI
O11 4:53AM -- consigliere red
nella capitale dell'Europa di Shengen
O10 4:46PM -- una
GIULIETTO CHIESA A GENOVA
O10 2:36PM -- www.genovapartecipata.it
Intervista a Sami Salim, Imam ad interim Moschea di Roma
O10 1:20PM -- Simone Damiani
[BO] No Global bloccano la seduta del Consiglio
O09 7:20PM -- Carlino
[BO] Foto NoBorderParade
O09 7:09PM -- B.A.Z.
Guerra agli immigrati. La "strategia" di Amato
O09 12:36PM -- lettore di UN
[BO] Oggi ore 17 p.za nettuno
O09 12:20PM -- No Border Parade
[Gradisca] foto iniziative contro il CPT
O09 11:50AM -- attivista
NO AI TICKET AL PRONTO SOCCORSO
O09 11:06AM -- F Fossari
NO BORDER (bologna) foto dal presidio in prefettura
O08 6:11PM -- TELEIMMAGINI
Cpt di Gradisca: cronaca
O08 2:41PM -- info
[Palermo]Sit-in contro la Misericordia - chiudere i CPT subito!
O07 6:22PM -- Rete Antirazzista Siciliana
NO BORDER (bologna)-Lettera aperta al questore, alle istituzioni e alla citta'
O07 5:54PM -- teleimmagini
Sarkozy gioca con il fuoco della banlieue
O07 5:10PM -- dal manifesto
Sbarco curdi in calabria
O07 5:06PM -- ansia
Nel quartiere della «faida» con i rumeni
O07 1:34PM -- dal manifesto
cpt just in time e blocchi a Roma
O07 12:53PM -- antifa
Roma: il cpt Just in Time
O07 12:43AM -- da Il Manifesto
"Un piccolo strumento di resistenza. Una guida informativa per i venditori ambulanti&
O07 12:25AM -- con i venditori ambulanti
FASCI BASTARDI
O06 9:33AM -- manu
deportazioni a via della vasca navale
O05 10:12PM -- antirazzisti
 
Leggi gli altri articoli

Ultimi commenti

Articoli nascosti
 
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9