Cos'è questo? - Cosa ci faccio qui? - Cos'era Indymedia? - Cos'è Indymedia Time Machine?
Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | toolbar di navigazione toolbarr di navigazione toolbarr di navigazione toolbar di navigazione
Campagne

inchiostroG8


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Partecipa a Imc Calabria!

Contribuisci a IMC-Calabria (Indipendent Media Center), il nodo locale del network Indymedia. Iscriviti alla nostra lista di discussione imc-calabria@lists.indymedia.org e pubblica sul newswire i tuoi articoli, documenti e commenti. Puoi anche segnalare i tuoi appuntamenti sul calendario.


EUROPARADISO/EUROTRUFFA 10/02/2006
ALT

Dopo la Grecia, David Appel ci riprova

Le coste calabresi rischiano di subire l'ennesimo scempio della speculazione edilizia.
Il costruttore israeliano David Appel , ha in progetto di costruire un mega complesso turistico in prossimità di Crotone, e piu' precisamente presso la foce del fiume Neto: uno dei piu' importanti siti naturalistici della regione, precedentemente individuato come ZPS e SIC, ed ora sospeso dalla Regione Calabria.
Il progetto, denominato EUROPARADISO, è guidato dalla Madpit group, società con capitali americani ed europei, oltre che israeliani, che già aveva provato l'impresa nel 1997 a Patrocolos un' isola della Grecia, che aveva portato all'incriminazione di Ariel Sharon.
Il governatore della Calabria, Agazio Loiero, sostiene di accogliere con piacere investitori stranieri che intendono operare in una regione come la Calabria.
Malgrado tutto questo parlare attorno al progetto, non si può fare a meno di chiedersi quale sviluppo per la Calabria abbiano in mente gli investitori di Europaradiso e la Giunta Regionale.
Ancora una volta ci auguriamo non sia quello della cementificazione che altro non ha fatto se non regalarci un ambiente barbaramente deturpato e introiti inesistenti. I presupposti affinché questo accada appaiono, sfortunatamente, esserci tutti vista la creazione anche di un comitato PRO-Europaradiso alle cui attivita' partecipano per opportunismo, diverse sigle e orientamenti politici. Neanche la sezione crotonese di Forza Nuova, disdegna tale improbabile impresa.

..::CONTRIBUISCI!::..
Aggiungi materiale, informazioni, notizie, comunicati...
PROCESSO AL SUD RIBELLE 07/03/2006
ALT

La storia? Non la scrivono i giudici!

Ultimi aggiornamenti:

- *PROSSIMA UDIENZA* XXII, 28 Novembre 2006 ore 09.30 presso il Tribunale di Cosenza, Corte di Assise, piano terra

- *ULTIMA UDIENZA* 10 Ottobre 2006, Cantafora: molto fumo e poco arrosto. Atteso il capo della Polizia De Gennaro.[Comunicato Stampa]

Il processo al Sud Ribelle appartiene al grande filone di provvedimenti giudiziari, che, a partire dai fatti di Napoli e Genova nel 2001, mirano a colpire in maniera repressiva le diverse anime del movimento e puntano a ridimensionare smisurati soprusi e gravi responsabilità: i pestaggi nella scuola Diaz, le sevizie nelle caserme Raniero e Bolzaneto, le cariche brutali e l'uso di armi da fuoco fino all'assassinio di Carlo Giuliani. Nella sua complessa specificità, il pubblico ministero compone un teorema su un mosaico impressionante di ritagli episodici ricomposti ad arte e si adopera per colpire 13 attivisti del "Sud Ribelle" facendo gravare su di essi il capo d'accusa di Cospirazione politica, mediante associazione, al fine di:
- turbare l'esercizio delle funzioni del governo;
- effettuare propaganda sovversiva;
- sovvertire violentemente l'ordinamento economico costituito nello stato.
L'Avvocatura dello Stato ha chiesto un risarcimento di 5 milioni di Euro per danni all'immagine.

Le udienze: Tutte le udienze del processo

Chicche: [ Volontè e Fiordalisi ?!? - Autodenuncia - l'Hard Disk di Fiordalisi - Manuale di difesa politico-legale - Teoremi cosentini ]

Segreteria Legale & supportolegale: [ Segreteria legale di Cosenza - www.supportolegale.org - Carte da decifrare: Supporto Legale 2005-2006 - Sostieni i processi: merchandising e donazioni - Un DVD per il Sud Ribelle ]

Cronistoria: [ Gli arresti - Il 16 novembre in tutta Italia - I 100.000 sovversivi del 23 novembre 2002 [foto] - L'inchiesta - La manifestazione del 27 novembre 2004 - La vicenda giudiziaria e le tappe ]

Approfondimenti & links: [ www.sciroccorosso.org - Lo speciale di Radio Ciroma - Monitore Brutio - Punto e a Capo - controappunto.org ]

Truffa all'U.E. 27/8/06
ALT

Un ostello a 5 stelle!

Articolo dal newswire di: giovane calabro

Questa e' la storia (assurda) di un ex-convento ristrutturato con fondi comunitari e successivamente affidato ad una societa' privata che ha vinto il bando di affidamento della gestione con la destinazione di ostello della gioventu', quindi turismo sociale, trasformato poi (non si sa bene come) in albergo a 5 stelle superlusso.
Nel 2001 il comune di Bonifati pubblico' un bando sul BUR per l'affidamento della gestione dell'ex-convento san francesco del XII secolo.
Dopo qualche tempo l'unica societa' partecipante GOSAD srl via Santoro 20 Cosenza vince il bando. La Gosad srl gestisce anche un altro albergo di lusso, sempre nello stesso territorio comunale ma sul tratto di mare e non in collina come invece "l'ostello". Una notte in questo ostello a cinque stelle puo' arrivare a costare anche 630 euro!!!
Se non e' una truffa questa!
Il "dominus" e' diventato sindaco dopo che si e' aggiudicato l'appalto, il comune sembra essere "rosso", addirittura qui Rifondazione Comunista sembra essere il primo partito (anche se non e' chiaro), il sindaco e' molto conosciuto e stimato nella provincia di Cosenza, guai a calpestargli i piedi. Persona corretta e affabile!!!
Il giorno dell'inaugurazione erano molte le "autorita'" presenti , addirittura Pino Gentile, fratello del nazionale Antonio, disse: <<...esprimo viva soddisfazione per la realizzazione del complesso dando atto agli operatori del settore dell'impegno che hanno profuso per ristrutturare sapientemente la struttura...>>.

Documenti
Il Bando sul Bur
Articolo quotidiano Calabrese
Un CPT rosso vergogna 28/06/2006
ALT

Malgrado tutto... si muore!

Dopo la rivolta dei giorni scorsi nel centro di prima accoglienza ed identificazione di S.Anna a Crotone, e la fuga di 30 migranti, anche a Lamezia Terme, nel CPT gestito dalla cooperativa rossa Malgrado Tutto, ieri si sono verificati episodi di protesta.
Le rivolte nei centri di accoglienza calabresi vanno a sommarsi ai numerosi e frequenti atti di ribellione che accompagnano la vita all’interno dei CPT di tutta Italia.

Quello di Lamezia Terme è l'ennesimo CPT gestito da una cooperativa rossa, vicina ai DS. Non è la prima, non è l'ultima, non è la sola.

..:: I CASI ::..
:: hadmol :: voci dal cpt :: mohamed :: said 1 2 3 4 :: ferat e mohamed ::

..:: APPROFONDIMENTI ::..
:: il dossier :: metti una sera... :: sciopero della fame :: manifestazione 12.11.05 video foto 1 2 ::
:: sit-in contro il silenzio :: se protesti non mangi :: visite istituzionali o giù di lì ::
::  l'esposto e l'archiviazione :: :: le parole dei politicanti 1 2 3 :: un buco sul tetto che scotta ::
:: il rapporto msf :: il rapporto di amnesty :: visita con foto ::
:: chi è raffaello conte :: autoritratto :: foto 1 2 3 ::
:: il sito della cooperativa (temp. non raggiungibile) :: dov'è :: biografia non ufficiale ::

..::APPUNTAMENTI ::..
:: una giornata CONTRO L’UMANIZZAZIONE DEI LAGER::


..::CONTRIBUISCI!::..
Aggiungi materiale, informazioni, notizie, comunicati...
IN CODA PER LA VITTORIA! 21/06/2006
ALT

San Precario pensaci tu!

Lo scorso venerdì 16 giugno, centinaia di disoccupati si sono radunati nel piazzale antistante l'ufficio "obiettivo occupazione" del Centro Direzionale di Reggio Calabria, in attesa di consegnare a partire dal lunedì successivo, le domande per un contributo occupazionale, che il comune ha pensato di elargire in favore dei disoccupati, con gli avanzi del cosiddetto decreto Reggio.
Per tutto il fine settimana si assiste ad uno spettacolo indecoroso e indegno. In scena si profila l’estenuante resistenza di una massa di disoccupati, o di chi per loro tra parenti ed amici alternatisi per solidarietà, costretti, pur di tenere il posto in fila, a rimanere ammassati sotto la calura estiva per un tempo che sembra interminabile.
Con l’arrivo del lunedì, alla buon ora, si provvede a chiamare l’appello con intervalli di 4 ore. Chi non risponde viene cancellato. Ad avere diritto a questo contributo saranno solo 300 domande, con priorità per quelle pervenute prima. E allora tutti drammaticamente in fila a chiedere l’elemosina e a dimostrare che la questione meridionale si affronta in questo modo.
E’ questa la logica di chi, come il sindaco della città, Giuseppe Scopelliti (AN) commenta così la lunga coda di persone (si arriva a contarne un migliaio): "I disagi che stanno subendo i disoccupati che hanno risposto all'opportunità di occupazione che abbiamo creato erano inevitabili se si vuole garantire effettivamente l'assoluta trasparenza nell'individuazione delle persone da avviare al lavoro".
Dichiarazioni sconcertanti, privi di un serio criterio politico ragionato, che si richiamano agli scenari squallidi di chi si diverte a lanciare il pane verso una folla scheletrita e affamata. Dichiarazioni, anche, che sinistramente si ricollegano alle frasi intercettate alla moglie e al portavoce di Fini: "Avere potere sui posti di lavoro è un potere vero". Di sicuro è una visione o linea politica che accomuna tutte le anime di partito e da cui si potrebbe alludere ad un coinvolgimento dell’attuale sindaco reggino nell’inchiesta dedicata ad Alleanza Nazionale e ai Savoia.

Possa San Precario pregare per loro. Per i disoccupati, non per i fascisti!

CONTRIBUISCI A QUESTA FEATURE
inserisci direttamente link e altri materiali pertinenti

L'ELETTROdotto' Laino-Rizziconi 24/01/2006
ALT

Frittura a 380.000 volts!

Quando si transita sotto gli enormi piloni, la gente dice: qui tutto frigge. Quel che si sente e' il rumore dell'alta tensione dell'enorme serpente di acciaio. Si chiama "Laino-Feroleto-Rizziconi" ed e' un elettrodotto da 380 kv, il massimo del voltaggio! Nel suo percorso attraversa tutta la regione -da nord a sud- ed è lungo 218 Km, interessando 59 comuni di quattro province (Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio Calabria).
Porta con se anche un cavo a fibra ottica che serve per la trasmissione dei dati ad alta velocita', una beffa! Alta velocita' e alta tensione in cambio di abbandono totale.


E' stato costruito grazie alla legge obiettivo del governo Berlusconi in pochissimo tempo e con la complicita' delle amministrazioni comunali. Per la costruzione dell'elettromostro non si e' tenuto conto della presenza delle case e delle persone, il tracciato e' stato disegnato sulle cartine geografiche in maniera approssimativa, senza preoccuparsi di vincoli di natura ambientale e fasce di rispetto dai centri abitati. Non sono stati rispettati i minimi criteri di ragionevolezza, tutto e' stato stravolto!
Collinette, boschi, case, borghi, piccole sorgenti... anche una centrale elettrica costruita all'interno del Parco Nazionale del Pollino, zona soggetta a vincoli inderogabili. Il colmo è che non serve per distribuire l'energia ai cittadini calabresi ma è utile solo per trasportare fuori regione l'energia prodotta dalle nuove e devastanti centrali in costruzione o già attive nel nostro territorio (Altomonte, Laino, il termovalorizzatore di Gioia Tauro, ...). Anche un'interrogazione parlamentare in merito, attende risposte.


Gli abitanti di Montalto Uffugo si sono svegliati da un lungo sonno e costituitisi nel comitato “Insieme per la salute” chiedono alla Terna (Enel) di rivedere il tracciato e l'interramento dei cavi nelle zone antropizzate, cosa peraltro gia' prevista nel Piano Energetico Regionale, concordato con la "verde"opposizione nella precedente legislatura, capeggiata dall'attuale assessore all'ambiente della regione Diego Tommasi, conosciuto da tutti gli ambientalisti come un buono a nulla.

L'assessore sedutosi, da solo, al tavolo con la societa' Terna a Roma, tira fuori dal cilindro magico un "corridoio verde" a protezione della salute dei cittadini:

[...] In Calabria saranno istituiti i corridoi verdi, aree dedicate nelle quali far confluire gli elettrodotti nel rispetto piu' totale dell'ambiente che tenga conto in primis della salvaguardia della salute di cittadini oltre che del rispetto dell'ambiente. [...]
in fede: diego tommasi.

..:: File audio ::..
da Radio Ciroma

CONTRIBUISCI A QUESTA FEATURE
inserisci direttamente link e altri materiali pertinenti

Dedicata stele a Ciccio Franco 29/11/2005

Reggio Calabria: vecchi e nuovi fascismi

Il 16 Novembre 2005 l'amministrazione comunale di Reggio Calabria ha inaugurato una stele commemorativa [ 2 ], nel centro della città, al leader dei "Boia chi molla" Ciccio Franco, che all'inizio degli anni '70 condusse la rivolta di Reggio.

L'on. Giuseppe Valentino, sottosegretario alla Giustizia, nel suo intervento, parla di "vergognosi archi costituzionali", riferendosi evidentemente alla posizione in Parlamento dell'MSI negli anni Settanta. Presente all'inaugurazione perfino il superprefetto con poteri speciali contro la mafia Luigi De Sena, che dice di aver apprezzato Franco quando lo conobbe in gioventù. E a completare il quadretto un sit-in commemorativo di Forza Nuova.

Dopo il cosiddetto "Devolution Day" [ 2 - 3 ], svoltosi il 24 settembre settembre scorso, giornata scelta per una manifestazione voluta dal Governo e dalla Lega Nord per spiegare al Meridione i presunti vantaggi della devolution, la città di Reggio Calabria si riconferma ancora una volta - tristemente - il laboratorio di sperimentazione della destra più reazionaria e conservatrice.

.: Approfondimenti :.
Chi era Ciccio Franco

Rivolta di Reggio:
- Breve cronologia
- Contestualizzazione storica
- Attentati e assassini direttamente riconducibili ai "Boia chi molla"

Eventi connessi alla rivolta di Reggio:
- Strage di Gioia Tauro
- Assassinio dei cinque anarchici [ 2 - 3 - 4 - 5]

Legami tra estrema destra reggina, 'ndrangheta e massoneria

Contribuisci
Inserisci direttamente i link e i materiali pertinenti

EMERGENZA LAVORO 21/07/2005
ALT

Lavoro negato

In tutta la Calabria i livelli di disoccupazione sono sempre stati alti e drammatici.
Attualmente con la legge Biagi ed il processo di delocalizzazione in atto si legittima il lavoro nero, si ostentano tassi d'occupazione fasulli e si asseconda quel capitalismo selvaggio che mira a conseguire profitti sempre più alti a scapito dei lavoratori, smantellando lentamente tutto quel complesso di diritti che, nei decenni passati, si era riusciti a conquistare dopo dure stagioni di lotta a livello nazionale.
Nella zona industriale di Piano Lago, alle porte di Cosenza, la fabbrica Polti Sud ha stabilito la cassa integrazione per oltre duecento operai. Attualmente l'azienda ha provveduto a sospenderne addirittura i pagamenti . La Polti ha intenzione di delocalizzare il proprio impianto di produzione nella sua sede calabrese, per dirottarlo in Cina dove, notoriamente, i costi di produzione sono irrisori grazie allo sfruttamento della manodopera sotto la tutela di un governo nazionale sanguinario.
Trenitalia ha deciso di smantellare lo scalo merci della stazione Vagliolise di Cosenza per effettuare una trasformazione controproducente dei collegamenti logistici, a causa della quale rischiano il posto ben 70 lavoratori. A questa decisione sono seguite numerose forme di agitazione, da ultima l'occupazione della stazione di Paola.
Infine sono da rilevare anche le condizioni di lavoro che si vivono in una piccola realtà produttiva di Piane Crati come la Micofispa, azienda produttrice di funghi freschi, in cui circa 50 dipendenti non ricevono da mesi il salario già di per sé irrisorio.
La voce degli operai resta comunque la migliore testimonianza di quanto sta accadendo.

AGGIORNA LA FEATURE!
Segnala qui una emergenza del lavoro: lavoro nero, lavoro negato, lavoro che manca
Segnala qui gli ultimi aggiornamenti
PARADISI NEL CEMENTO 21/05/2005
ALT

La foce del Neto a rischio devastazione ambientale

A pochi kilometri da Crotone, la Foce del Neto, una riserva naturale ad alto interesse naturalistico e paesaggistico, già protetta da normative regionali e europee, sembra oggi essere gravemente minacciata dal business del mattone selvaggio.

Il costruttore israeliano David Appel, imprenditore internazionale che sarebbe coinvolto in vicende di corruzione con il premier del suo paese, Ariel Sharon, avrebbe in progetto di edificare una mega cittadella turistica, chiamata "Euro Paradiso", in prossimità di quest'area.

La realizzazione avverrebbe in barba alle norme sul mantenimento della biodiversità e sulla protezione della fauna e con il benestare dei politici locali. Questi ultimi dovranno infatti approvare una variante ad hoc del Piano Regolatore di cui Crotone si era ultimamente dotata, e che prevede vincoli all’edificabilità edilizia a tutela dell’ambiente. Intanto l'approvazione del Governatore della Regione Calabria, Agazio Loiero, al progetto non fa che aumentare lo stato di preoccupazione per la salvaguardia ambientale della zona.

Le cifre astronomiche dell'investimento necessario a realizzare la struttura turistica, dell'ordine di svariati miliardi di euro preluderebbero, se confermate, alla realizzazione di un nuovo grandissimo ecomostro contro il quale le associazioni ambientalistiche hanno già iniziato a lottare tramite una petizione popolare.

 

» Sottoscrivi la petizione popolare on-line

 

> AGGIORNA QUESTA FEATURE! <
Inserisci personalmente i link che ritieni pertinenti:
Foce del Neto a rischio devastazione ambientale

CENTRALE ELETTRICA NEL PARCO 14/03/2005
ALT

Biomassa e biotruffa!

E’ in fase di avviamento l’attivazione della centrale elettrica a biomasse nella Valle del Mercure all’interno del Parco del Pollino. Al momento i lavori di realizzazione hanno subito però una battuta di arresto a causa del ritrovamento di una discarica fuori e dentro l’area adibita alla costruzione della centrale. L’intero impianto è per giunta stato posto sotto sequestro. Gli effetti sul territorio potrebbero rivelarsi devastanti. Ad accentuare questa ipotesi vi è l’ombra di diverse inquietanti prospettive: l’impiego di circa 100 TIR al giorno per il trasporto combustibili, il rischio di conversione al CDR (combustibile da rifiuti), inquinamento, distruzione del patrimonio boschivo calabrese e conseguente peggioramento dell’assetto idrogeologico del territorio. Nonostante le rassicurazioni dell’Enel circa il rispetto dell’ esclusivo uso delle biomasse nelle attività della centrale, in molti esprimono al riguardo le proprie perplessità. Il 6 Marzo scorso si è svolta una manifestazione indetta dal Comitato Salute Ambiente Pollino in cui hanno aderito numerose realtà… da segnalare con sorpresa anche la presenza in loco dei CC, desiderosi, forse, di calarsi per l’occasione nei panni di qualche regista cinematografico importante!


:: Appuntamenti & aggiornamenti ::
- Provincia di Cosenza: Costituita una commissione tecnico-scientifica per valutare i rischi
- Comune di Rotonda (PZ): Nulla di fatto
- Sabato 14 maggio: Manifestazione alla Centrale del Mercure
- La polizia di Laino (CS) appone i sigilli ad un'area situata all'interno della centrale

:: Dal newswire ::
Interrogazione al Parlamento europeo - Reazioni: Verdi e Forza Italia - DS
I tanti misteri della Jolly Rosso 19/01/2005
ALT

Rosso sangue, rosso veleno

Il 14 dicembre 1990 la motonave Jolly Rosso si arena sulle coste del tirreno cosentino nei pressi di Amantea (CS). Le circostanze di questo evento rimangono tuttora poco chiare e, a distanza di anni, dalle indagini della magistratura inizia a emergere uno scenario in cui, tra navi a perdere e traffici internazionali di rifiuti tossici, figurano una rete di faccendieri, trafficanti d'armi, agenti dei servizi segreti, uomini di governo e mafiosi. Gli unici dati certi sembrano essere le tracce di diossina, furani e policlorobifenili rinvenute nei pressi del luogo in cui la nave si è arenata. Per il resto i misteri sembrano fioccare intorno alla vicenda. Come la misteriosa morte del giovane comandante della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria Natale De Grazia, avvenuta il 13 dicembre di 9 anni fa durante le indagini su questo caso.
Oggi, essendo ormai lontani gli anni in cui i bambini guardavano con curiosità mista a un generico senso di paura la nave dipinta di rosso arenata sulla spiaggia, la società civile si è riversata nelle strade per dare vita, lo scorso 10 dicembre, a una manifestazione di denuncia per chiedere definitiva chiarezza sulla vicenda.
Si è aperta finalmente una breccia nel muro di gomma, grazie alle accuse che vogliono collegare la vicenda della Jolly Rosso all'omicidio di Ilaria Alpi... anche se siamo ancora lontani dall'assitere "alla caduta degli Dei".

::APPROFONDIMENTI::

www.sciroccorosso.org

www.comitatojollyrosso.org

[   Archivio completo delle feature   ]
italy-imc (top)
Radio/TV
Agenda
Vai all'Agenda »
calabria   nw

Pubblica
il tuo articolo


Invasioni è la Festa della città di Cosenza.
O22 5:41PM -- invasato
Il Gattopanzo Vs Santoro
O22 4:53PM -- TuttiProni
Carità cristiana alla Curia di Cosenza
O20 5:27PM -- reggio
Ultime sui sindacati di stato
O20 4:17PM -- autorganizzato
Sempre la stessa musica...
O20 3:52PM -- Gi.Gi
'Andammo a Guantanamo per interrogatori'
O19 10:30AM -- anti ros
cavaliere
O18 6:31PM -- cav
Assemblea meridionale delle realtà di movimento il 28 e 29 a cosenza
O18 10:58AM -- Ag. Com. Noglobalnet
[RC] Il buco nero della sanità a Locri
O17 7:26PM -- dxyhbk
Fiordalisi scopre il terzo segreto di Fatima
O17 11:39AM -- La suora che credevate morta ... Tiè !!!
ASSEMBLEA MERIDIONALE DELLE REALTA’ DI MOVIMENTO IL 28 E 29 ott. a Cosenza
O16 1:01PM -- Ag. Com. Noglobalnet
333: SALVATORE FA PER TRE - ALTRO CASO CON LE PROVE
O14 4:34AM -- Paolo Dorigo n. 333 progressivo
[comunicato stampa] Sud Ribelle - Cantafora: molto fumo e poco arrosto.
O14 1:52AM -- supportolegale.org
Calabria: Ragazzi Di Locri a Mario Congiusta, Staffetta Per Sciopero Della Fame
O13 6:28PM -- ragazzi di calabria
Numero chiuso all'università della Calabria - bolgia e rissa per le iscrizioni
O13 1:54AM -- indigno SUPREMO
beh?
O12 3:52PM -- Mah!
in vista della manif di domani a roma
O12 12:49PM -- lisic(A)
Il Gorverno Blocca la costruzione del Ponte: "non è una priorità"
O12 11:41AM -- Abbiamo gli occhi ben aperti
post dinamico europaradiso
O11 6:15PM -- ((i))mcalabria
NON SIAMO A REBIBBIA!
O11 6:13PM -- liceale incazzata
PLATI’ CALPESTATA…
O10 11:07PM -- Aspromonte
ANTIELETTROSMOG: OCCUPAZIONE MUNICIPIO A LAURIA(PZ)
O10 1:38PM -- PRC Lauria e Coll. Rossa Primavera
riprendiamoci la città
O09 12:34PM -- cosentino
NO AI TICKET AL PRONTO SOCCORSO
O09 11:06AM -- F Fossari
[com stampa] Riprende il processo al "sud ribelle": la volta di Mondelli e Canta
O08 9:32PM -- supportolegale
 
Leggi gli altri articoli

Ultimi commenti

Articoli nascosti
 
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9